I profili TikTok degli under 16 diventano privati. I contenuti saranno visibili dai follower solo dopo l’approvazione degli utenti

Tutti i profili di TikTok intestati a utenti di età compresa tra i 13 e i 15 anni diventano privati di default. Lo annuncia la stessa società, nell’ambito di una serie di restrizioni rivolte a questa fascia d’età.
Come diretta conseguenza della nuova regola, spiega TikTok,“soltanto i follower approvati avranno la possibilità di vedere i contenuti degli utenti minori di 16 anni”.

cco (Foto di antonbe da Pixabay)

Riguardo le altre limitazioni per gli utenti ‘under 16’, riporta Ansa, la chat toglie l’opzione ‘Tutti’ a chi può commentare i loro video (ora gli utenti più giovani devono scegliere tra ‘Amici’ o ‘Nessuno’). Ci sono modifiche anche alle impostazioni dei Duetti e della funzione Stitch (con cui si possono tagliare scene e inserirle nei propri video) “al fine di renderli disponibili solo per contenuti creati da utenti con o più di 16 anni. Per gli utenti tra i 16 e i 17 anni, l’impostazione di default di queste funzioni è ora su ‘Amici'”.

Inoltre, spiega TikTok, c’è “la possibilità di scaricare soltanto i video creati da utenti con più di 16 anni. Gli altri utenti possono decidere se consentire il download dei loro video. Mentre, per coloro tra i 16 e i 17 anni, l’impostazione è di disattivata di default, ma possono decidere di attivarla”.

Infine, è attivata in automatico su ‘Off’, per gli utenti di età compresa tra i 13 e i 15 anni, l’impostazione dell’opzione ‘Suggerisci il tuo account agli altri’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook vicina al lancio di podcast e prodotti simil-Clubhouse: in arrivo 4 nuove funzioni audio, l’annuncio atteso oggi

Facebook vicina al lancio di podcast e prodotti simil-Clubhouse: in arrivo 4 nuove funzioni audio, l’annuncio atteso oggi

<strong> 18 aprile </strong> Boni e Valle sorpassano Bonolis. Fazio batte Napoli-Inter

18 aprile Boni e Valle sorpassano Bonolis. Fazio batte Napoli-Inter

Superlega. Opinioni e reazioni di manager, professionisti, club e stampa. “E’ un punto di non ritorno, un atto di guerra”

Superlega. Opinioni e reazioni di manager, professionisti, club e stampa. “E’ un punto di non ritorno, un atto di guerra”