L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe, il primo quotidiano sportivo francese, non esce più in edicola da sabato scorso, a causa dello sciopero dei giornalisti contro il piano del di tagli dell’editore Amaury, che prevede l’uscita di almeno 35 redattori sui 300 totali, il cambio di periodicità di alcuni magazine e la chiusura di altri.

La prima pagina de L’Équipe dell’8 gennaio 2021

“Dobbiamo assolutamente adattare i nostri costi operativi a questo ambiente”, spiega Jean-Louis Pelé, direttore generale della testata, a Le Figaro. “Nel 2020 abbiamo realizzato molti risparmi, che ci hanno permesso di limitare le perdite di esercizio a 5 milioni di euro. Ma non saremo in grado di replicare quei risparmi quest’anno, che meccanicamente porteranno a ulteriori perdite, che vanno da 6 a 10 milioni fino al 2024 se non facciamo nulla. La riduzione del personale, che rappresenta il 60% dei nostri costi, è una delle leve necessarie alla ripresa”.

Jean-Louis Pelé

L’Équipe  vuole risparmiare anche chiudendo il supplemento Sport & Style e trasformando in mensile il settimanale France Football.
L’intenzione dell’editore è quello di spingere sul digital per avere ricavi maggiori, come spiega lo stesso Pelé: “ci vuole tempo per passare da un fatturato generato dall’edizione cartacea a uno garantito dal web. Per questo dobbiamo spingere la crescita degli abbonamenti digitali”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga