Social media. In Polonia progetto di legge per limitare censure. “Per i social sarà illegale rimuovere post che non violino la legge”

Condividi

La censura dei social media contro Donald Trump ha indotto il governo polacco a mettere in cantiere un progetto di legge che renderà illegale per le società come Facebook e Twitter fare altrettanto in Polonia. “Gli algoritmi o io proprietari delle società non dovrebbero decidere quali punti di vista sono giusti e quali no – aveva scritto nei giorni scorsi sulla sua pagina Facebook il premier polacco Mateusz Morawiecki, pur senza citare esplicitamente Trump – Non ci può essere alcun consenso alla censura”.

Mateusz Morawiecki

Sebastian Kaleta, sottosegretario alla Giustizia, ha denunciato che la decisione di Facebook e Twitter di rimuovere l’account del presidente americano dopo le violenze a Washington del 6 gennaio scorso è ipocrita e politicamente motivata. Per questo, il governo ha messo a punto una bozza in base alla quale sarà illegale per i social media rimuovere post che non violino la legge polacca. “Rimuovere contenuti legali – ha spiegato – sarebbe una diretta violazione della legge e dovrà essere rispettate dalle piattaforme che operano in Polonia”.