17 gennaio Mina Settembre e Inter-Juve da record. Poi Fazio, D’Urso e Giletti

C’era Serena Rossi nei panni di ‘Mina Settembre’ a sfidare Barbara D’Urso e gli altri ‘live’ in una prima serata con la partita delle ammiraglie quasi normalizzata dopo l’apparizione papale della settimana precedente su Mediaset. Il menù del calcio della Serie A, domenica 17 gennaio però, prevedeva nientemeno che il derby d’Italia, con Inter-Juve alla sera dal Meazza capace di conquistare il podio nonostante l’emissione sulla pay. Salotti e arene? Da Fabio Fazio c’erano (tra gli altri) Anthony Fauci e Pierluigi Bersani, da Massimo Giletti c’erano Matteo Renzi e Mauro Corona, mentre su Canale 5 Barbara D’Urso aveva Nicola Zingaretti e la famiglia Goria. I telefilm di Rai2 ed i film di Rete4 e Italia 1 completavano la griglia.

La classifica delle varie trasmissioni generaliste in prima serata in ordine di ascolti è stata la seguente.

 

Su Rai1 la fiction di produzione ‘Mina Settembre’ con Serena Rossi, Giuseppe Zeno, Giorgio Pasotti, Valentina D’Agostino, Christiane Filangieri, Nando Paone, Massimo Wertmuller, Rosalia Porcaro, ha riscosso 5,8 milioni di spettatori con il 22,6% di share vincendo facilmente la serata (sette giorni prima per ‘Che Dio ci aiuti’ 5,5 milioni di spettatori con il 21,9% di share).

Su Sky Inter-Juventus, finita due a zero a uno per i nerazzurri, ha avuto 2,9 milioni e 10,5% di share, record stagionale della Serie A sulla pay.

Su Rai3 ‘Che tempo che fa’ con Fabio Fazio alla conduzione, con Luciana Littizzetto, Filippa Lagerbåck, Enrico Brignano e Roberto Saviano in squadra e avendo tra i vari ospiti in tutto l’arco della trasmissione Francesco Boccia, Anthony Fauci, Franco Locatelli, Roberto Burioni, Pierluigi Bersani, Christian De Sica, Ornella Vanoni e Virginia Raffaele, ha raccolto 2,243 milioni di spettatori ed 8,1% e poi col tavolo 1,365 milioni di spettatori e 7,3% (la settimana scorsa 2,445 milioni di spettatori ed 8,8% per la trasmissione e poi col tavolo 1,556 milioni di spettatori e 8,2%).

Su Canale 5 ‘Live-Non è la D’Urso’ con Nicola Zingaretti, Giuseppe Cruciani, Maurizio Belpietro, Sandra Zampa, Amedeo e Guenda Goria, Iva Zanicchi, Hoara Borselli, Filippo Nardi, Mauro Bellugi, e Sandra Milo tra gli ospiti, ha riscosso 1,995 milioni di spettatori e 11% con l’apertura a 2,176 milioni di spettatori con il 7,6% di share.

Su La7 la nuova puntata del 2021 di ‘Non è l’Arena’, con Matteo Renzi, Alessandro Sallusti, Alessandra Moretti, Tommaso Cerno, Guido Crosetto, Iacopo Fo, Ruggero Razza, Mauro Corona, Nunzia De Girolamo, Daniele Leali, Marilisa Loisi, Stefania Andreoli, Luca Telese, Ivano Chiesa, Elisa Rivoira e Giulia Napolitano, ha riscosso 1,540milioni di spettatori ed il 5,6% con la prima parte e 889mila ed il 6,2% con la seconda parte (sette giorni prima a 1,285 milioni di spettatori ed il 4,7% con la prima parte e 1,060 milioni ed il 7,6% con la seconda parte).

Su Italia 1 l’action fantasy ‘I Fantastici 4’ con Chris Evans, Jessica Alba, ha attratto 1,319 milioni di spettatori con il 5% di share.

Su Rai2 il telefilm in prima tv ‘9-1-1’ ha avuto 1,2 milioni di spettatori con il 4,4%.

Su Rete4 l’evergreen ‘Il piccolo Lord’, con Rick Schroder, Alec Guinness protagonisti, ha avuto 1,097 milioni di spettatori con il 4,5% di share.

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa