Privacy, WhatsApp rimanda l’aggiornamento. Intanto Signal vola a Wall Street, ma è l’app sbagliata

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

La corsa dei podcast. La voce sta prendendo il sopravvento sul testo, scrive L’Economia del Corriere della Sera. Lo dimostra la grande ascesa del podcasting nel 2020, ma anche l’abitudine all’uso degli assistenti vocali. Il podcasting ha guadagnato 1,8 milioni di nuovi ascoltatori in Italia nell’anno dell’epidemia, arrivando a un’audience di quasi 14 milioni di utenti a fine 2020. Gli ascoltatori più assidui hanno tra i 18 e i 34 anni (68%) e sono frequentatori abituali dei social. Lo rivela l’indagine “United States of Podcast” di Nielsen.

Dal 2014 Google ha cancellato 2 milioni di url. Dal 2014 a oggi – scrive Italia Oggi – a Google sono arrivate dall’Europa oltre 990 mila richieste di cancellare quasi 4 milioni di Url (per la precisione 3.894.886) e quasi la metà è stata effettivamente rimossa.

Il 51% degli italiani si informa di finanza sul web. Preoccupati per la crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus, gli europei cercano di migliorare le proprie competenze di finanza. Emerge dallo European Consumer Payment Report (Ecpr) di Intrum, che ha intervistato fra ottobre e novembre 2020 oltre 24mila consumatori e famiglie di 24 Paesi europei. In Europa, secondo la ricerca, quasi la metà degli intervistati (47%) crede che con la pandemia lo sviluppo della propria sicurezza finanziaria sia diventata una priorità. Le informazioni cercate vedono come prima fonte Internet con il 43% (nel 2019 il dato pesava per il 36%). In crescita i media (digital & print) al 18% (13% del 2019) e i social media al 10% (7% del 2019).

Privacy, WhatsApp rinvia di tre mesi l’aggiornamento dei termini di servizio. Dopo le polemiche, la piattaforma di messaggistica ha provato a fare chiarezza, specificando che l’aggiornamento «non aumenta la nostra capacità di condividere le informazioni con Facebook». Le novità sono state posticipate a maggio.

Wall Street fa volare Signal, ma è quella sbagliata. Dopo i dubbi sull’aggiornamento privacy di WhatsApp e le parole di Elon Musk («Use Signal»), le azioni della Signal Advance sono schizzate in alto guadagnando il 6.000 per cento in tre giorni. Peccato sia la compagnia sbagliata. La Signal Foundation, quella della app per la messaggistica, è una no profit e dunque non è quotata. La Signal Advance invece produce sensori e sistemi di analisi.

Telegram, hacker possono individuare posizione. Secondo il sito specializzato ArsTechnica, se si usa la chat da un dispositivo Android o, in alcuni casi, anche da un iPhone, Telegram consente a malintenzionati di trovare facilmente la posizione di un utente se abilita una particolare funzione, cioè quella che consente alle persone geograficamente vicine di connettersi.

Xiaomi crolla in Borsa, sconta ingresso in ‘lista nera’ Usa. Le azioni di Xiaomi sono crollate di oltre il 9% alla Borsa di Hong Kong dopo che il terzo produttore mondiale di smartphone è finito a ingrossare la lista nera Usa delle società cinesi accusate di avere legami o di essere controllate dalle forze armate di Pechino.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE (Comscore). A maggio vince lo sport sul digitale, preludio a un’estate ricca di eventi. Citynews sempre in vetta 

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE (Comscore). A maggio vince lo sport sul digitale, preludio a un’estate ricca di eventi. Citynews sempre in vetta 

Apre a Cagliari la prima biblioteca italiana in un aeroporto, con l’aiuto di molte case editrici: 1.600 volumi a disposizione dei passeggeri

Apre a Cagliari la prima biblioteca italiana in un aeroporto, con l’aiuto di molte case editrici: 1.600 volumi a disposizione dei passeggeri

Garante Privacy: per proteggere nostri dati in arrivo due regolamenti Ue; serve trasparenza negli algoritmi di intelligenza artificiale

Garante Privacy: per proteggere nostri dati in arrivo due regolamenti Ue; serve trasparenza negli algoritmi di intelligenza artificiale