Pigi Battista prende al volo il prepensionamento, lascia il Corriere della Sera e la politica

Pigi Battista oggi ha passato la giornata in cui ha comunicato via Facebook la notizia di aver deciso di lasciare il Corriere della Sera, dove ha lavorato sedici anni, come vicedirettore e come editorialista principalmente di politica, a liberare la sua scrivania della redazione romana, dai mucchi di libri accumulati negli ultimi mesi. Alcuni volumi lo seguiranno a casa, altri rimarranno in dotazione alla redazione, altri andranno in una libreria di cui Pigi Battista e ‘ cliente e fornitore.

Pierluigi Battista (foto nowmag)

L’attenzione per tutti e’ recuperare le pagine con le dediche, per ricordo e per evitare brutte figure (come quelle che faceva Francesco Cossiga, l’ex presidente della Repubblica che vendeva ad un libraio di fronte al Senato i volumi che gli arrivavano completi delle dediche quasi sempre un po’ adulatorie, indifferente che arrivassero nelle mani di conoscenti degli autori che le avevano firmate.
Pigi Battista è molto allegro, perché ha preso al volo l’ opportunità di andare in prepensionamento, offerta in questo mesi dal Corriere della Sera. Anticipando di un anno e mezzo l’uscita da Via Solferino, che lo libera dal peso di dover scrivere ancora di politica, “un tema di pochissimo interesse”, per dedicarsi invece alla cultura, musica e quello che gli verrà proposto e che lo appassiona.

C’è già una testata che lo ha ingaggiato, ma di cui dira’ il nome “quando sarà chiuso in tutti i sensi il rapporto con il Corriere”. E non mancano opportunità’ per altre avventure.

Battista ha annunciato le sue intenzioni oggi in un post su Facebook

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Casellati: l’affollamento di virologi in tv può alimentare il ‘fai da te’; informazione non gestita rischia di alimentare confusione

Casellati: l’affollamento di virologi in tv può alimentare il ‘fai da te’; informazione non gestita rischia di alimentare confusione

Quest’anno il mercato pubblicitario in Italia crescerà del 10,7%. Le previsioni al 2026 di GroupM: boom mondiale dell’adv su connected tv

Quest’anno il mercato pubblicitario in Italia crescerà del 10,7%. Le previsioni al 2026 di GroupM: boom mondiale dell’adv su connected tv

Diritti tv, Lega Serie A pubblica l’invito alla gara per le prossime tre stagioni Coppa Italia

Diritti tv, Lega Serie A pubblica l’invito alla gara per le prossime tre stagioni Coppa Italia