Tavares: In Italia Stellantis farà da scudo agli stabilimenti e all’occupazione. L’economia di scala aiuterà

Rassicurazione e fiducia: la prima conferenza stampa di Carlos Tavares come numero uno di Stellantis, il nuovo gruppo nato dalla fusione fra Psa e Fca è stata all’ insegna del’ ottimismo sull’immediato futuro e della conferma degli insediamenti produttivi e delle garanzie sui posti di lavoro.

In Francia e in Italia, prima di tutto. Tavares ha risposto a due ore di fuoco di fila di domande da parte della stampa internazionale, delineando la cornice del nuovo player franco – italo- americano del mercato automotive.

Carlos Tavares e John Elkann

Stellantis , che ieri ha esordito in borsa con un brillante progress sulla quotazione iniziale a Wall Street dell 11%, manterrà tutti i brand portati in dote dai due gruppi (Peugeot, Citroen, Ds, Opel, Vauxhall, Fiat, Alfa Romeo, Maserati, Abarth, Jeep, Dodge e Ram) e punta su un risparmio strategico di 5 miliardi, grazie alle sinergie su ricerca e sviluppo, unificazione delle piattaforme produttive, elettrificazione delle gamme di prodotto, reti di vendita e joint venture.

Entro quest’anno, ha annunciato il Ceo del nuovo gruppo che vede alla presidenza John Elkann, l’offerta arriverà a 39 modelli elettrificati e Bev (totalmente elettrici). Tavares ha avuto parole rassicuranti anche per quanto riguarda Alfa Romeo e Maserati, i marchi meno performanti del pacchetto di brand portati in dote da Fca . “Va riconosciuto il valore altissimo di questi due brand: ora dobbiamo fare valutazioni su come sostenere la loro crescita redditizia”.

Alla domanda se sugli stabilimenti e sulla gamma Fiat verrà applicata la stessa ricetta sperimentata su Opel (l’azienda tedesca rilevata da Psa nel 2017 risollevata in meno di due ani dalle perdite), il manager ha
escluso di fermare la produzione, come avvenuto per Opel appena rilevata dato che alcuni modelli superavano i limiti europei di emissione di Co2. “Abbiamo gli strumenti per rendere più efficienti e
competitivi i modelli Fiat ma non credo che dovremo sospendere la produzione di alcuni modelli – ha detto Tavares – ma credo che in Fiat potremmo fare quanto abbiamo saputo fare in Opel con la nuova Corsa, che vende meglio del suo principale competitor tedesco”. Ieri ai 400mila dipendenti di Stellantis è stata consegnata una lettera di benvenuto firmata dai vertici del gruppo. Mercoledì 20 l’amministratore delegato incontrerà per la prima volta in videoconferenza i sindacati italiani.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga