La Collezione Peggy Guggenheim e Radio Italia di nuovo insieme per la diffusione di arte e cultura

Si rinnova, dopo il primo, prolifico incontro nel 2008, il sodalizio tra la Collezione Peggy Guggenheim e Radio Italia, che nel corso del 2021 è la radio ufficiale del museo veneziano. Grazie a Radio Italia, i capolavori del XX secolo custoditi a Palazzo Venier dei Leoni, così come le tante attività online sviluppate dal museo durante la chiusura per continuare a dialogare con il pubblico, arriveranno dritte nelle case di milioni di italiani, fedeli ascoltatori dell’emittente più ascoltata per la musica italiana.

Collezione Peggy Guggenheim

“L’arte può stimolare la riflessione, il dialogo e lo scambio”, afferma la direttrice del museo Karole P. B. Vail, “e questo nuovo viaggio al fianco di Radio Italia permetterà di raggiungere chiunque desideri ‘ascoltare’ l’arte e la cultura, che nei momenti di cambiamento possono essere fonte di conforto e ispirazione, possono unire e farci sentire vicini anche a distanza”.

“Siamo orgogliosi di rinnovare la collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim: siamo pronti ad intraprendere un percorso straordinario tra grandi capolavori, artisti carismatici ed eventi unici” dice Marco Pontini, Vice Presidente Radio Italia. “Torniamo a raccontare l’arte e lo facciamo attraverso il legame con una delle realtà artistiche più affascinanti e prestigiose in Italia e nel mondo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La Bora racconta Trieste sui podcast

La Bora racconta Trieste sui podcast

Parte su Rtl 102.5 la classifica “Power Hits Estate 2021” per decretare il tormentone musicale dell’estate   

Parte su Rtl 102.5 la classifica “Power Hits Estate 2021” per decretare il tormentone musicale dell’estate   

Giornale.it e Cocooners lanciano OVER, una sezione con contenuti e servizi dedicata agli Active agers della silver economy

Giornale.it e Cocooners lanciano OVER, una sezione con contenuti e servizi dedicata agli Active agers della silver economy