Cinema profondo rosso. Nel 2020 incassi e presenze calati del 71%. E dire che l’anno era iniziato col botto… TUTTI I DATI CINETEL

Sintesi dei dati del box office Cinetel 2020:
Nell’anno 2020 al box office italiano si sono incassati € 182.509.209 per un numero di presenze in sala pari a 28.140.682; Rispetto al 2019 si è registrata una diminuzione degli incassi e delle presenze rispettivamente del 71,30% e del 71,18%. Determinante la chiusura dei cinema per più di cinque mesi a causa dell’emergenza sanitaria a partire, in alcune regioni, dal 24 febbraio e poi in tutto il territorio dall’8 di marzo sino al 14 giugno e poi nuovamente dal 25 di ottobre;

In precedenza, alla fine del mese di febbraio, prima dell’inizio dell’emergenza, il mercato cresceva invece in termini di incasso di più del 20% rispetto al 2019, del 7% circa sul 2018 e di più del 3% rispetto al 2017 e seguiva ad un anno, il 2019, che aveva registrato il 5° miglior risultato dal 1995 in termini di incasso;

Se si considerano i dati a partire dal giorno 8 di marzo l’incasso registrato nel 2020 è stato di € 33.770.655 per un numero di presenze pari a 5.356.204 biglietti venduti. Rispetto allo stesso periodo del 2019 si tratta di un calo del 93,2% degli incassi e del 92,96% delle presenze;

Nel 2020 sono stati distribuiti in sala 246 nuovi film di prima programmazione (-277 rispetto al 2019) di cui 124 di produzione o co-produzione italiana (-93 rispetto al 2019) per una quota del 50,4% sul totale (era del 41,5% nel 2019);

Rimane comunque particolarmente significativo rispetto allo scorso anno il box office della produzione italiana (incluse le co-produzioni) che nel 2020 ha registrato un incasso di 103.2 milioni di € (135 milioni di € nel 2019; -23,57%) per una quota sul totale del 56,56% (nel 2019 era del 21,24%) grazie agli importanti risultati del cinema nazionale nei mesi di gennaio e febbraio tra cui “Tolo Tolo”, primo incasso dell’anno;

È diminuita con percentuali maggiori la quota del cinema statunitense con un risultato sul totale del 28,42% (era del 65,15% nel 2019) per un incasso di circa 51.8 milioni di € (414.3 milioni nel 2019; -87,48%);

Oltre al film diretto da Checco Zalone hanno registrato il secondo e il terzo migliore incasso dell’anno altri due titoli sempre italiani, “Me contro Te – il film” (9.5 milioni) e “Odio l’estate” (7.5 milioni);

Il 2020 era iniziato con l’ottimo incasso del mese di gennaio che aveva registrato il terzo miglior risultato degli ultimi 10 anni e il quarto in assoluto superiore ai 100 milioni di € dal 1995, anno di inizio delle attività di rilevazione da parte di Cinetel;

Anche il mese di febbraio era iniziato con il segno positivo, sempre grazie all’importante contributo delle produzioni italiane. L’arrivo dell’emergenza sanitaria e la graduale e conseguente chiusura dei cinema ha però determinato sul periodo un risultato negativo (-15,35% in termini di incassi);

I mesi successivi sono stati tutti a segno negativo e, tra questi, aprile, maggio, novembre e dicembre non hanno registrato né incassi né presenze;
Superiore sia il numero di complessi (+86) che di schermi (+122) presenti e attivi nel campione Cinetel rispetto al 2019 per un numero complessivo pari a 1.309 cinema e 3.667 sale;
La crescita è stata determinata soprattutto dall’ingresso nel campione, a seguito della promozione del progetto “Moviement Village”, di 152 nuove “arene estive” corrispondenti a 158 schermi aggiuntivi rispetto al 2019.

ECCO LA SINTESI, LA RELAZIONE E LE TABELLE NEL PDF DA SFOGLIARE

CINETEL_2020_i dati del mercato del cinema in sala_compressed
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Confermati i vertici Mediaset: Confalonieri presidente, Pier Silvio Berlusconi vice presidente e amministratore delegato

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Sky allarga il bouquet. Ecco i tratti e titoli chiave di Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature

Google proroga  lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023

Google proroga lo stop ai cookie di terze parti alla fine del 2023