Twitter, l’account presidenziale di Biden esordisce con zero follower. Archiviati gli account dell’Amministrazione Trump

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Attacchi informatici agli ospedali. L’Italia – scrive Il Giorno – è il quarto Paese al mondo ad aver subìto più attacchi informatici alle strutture sanitarie ed ospedaliere negli ultimi due mesi del 2020. È il triste riconoscimento assegnato al nostro Paese dai ricercatori Check Point Research, secondo i quali è stato registrato un aumento degli attacchi informatici alle strutture sanitarie e agli ospedali già in prima linea nella battaglia contro il Covid­19: il numero di attacchi informatici a ospedali e strutture sanitarie nel mondo, nei mesi di novembre e dicembre 2020, è aumentato del 45%, pari al doppio dell’aumento medio (+22%) dei cyber attacchi in tutti gli altri settori industriali.

Twitter, l’account @POTUS esordisce con zero follower. Come annunciato a dicembre, per gestire la transizione social da Trump a Biden, Twitter ha archiviato gli account della precedente amministrazione e cancellato tutti i follower dagli account istituzionali, tra i quali @POTUS, @FLOTUS e @WhiteHouse. Una strategia completamente diversa da quella seguita nel passaggio di consegne precedente, quando Trump aveva ereditato gli account (e i follower) dell’Amministrazione Obama.

La truffa del “Man in the browser”. Sono in grado di dirottare soldi verso conti correnti amici, riuscendo a cambiare l’Iban del destinatario all’ultimo momento. Una truffa informatica scoperta dalla polizia, che nei giorni scorsi ha restitui­to 13.550 euro indebitamente sottratti con questo stratagem­ma a un’azienda milanese di au­totrasporti che aveva sporto due denunce tra agosto e set­tembre 2019 dopo essersi ac­corta di questa sparizione di de­naro apparentemente inspiega­bile. Tre sono i denunciati.

Poste rileva il 51% della cinese Cengi. La società ha ri­levato il 51% di Sengi Express che è il “braccio” di Cloud Seven Holding Li­mited -­ con cui il gruppo italiano ha un solido legame già da qualche anno ­- ed è leader nella creazione e gestio­ne di soluzioni logistiche transfron­taliere per gli operatori del commer­cio elettronico cinese attivi sul mer­cato italiano.

Netflix vola a Wall Street e spinge il Nasdaq al nuovo record. Netflix archivia il 2020 a 203,7 milioni di abbonamenti. Il  balzo sopra le attese mette le ali al titolo a Wall Street: il rialzo di oltre il 10% spinge il Nasdaq al nuovo record storico.

Jack Ma torna a farsi vedere, Alibaba riprende il volo. Alibaba vola in Borsa a Hong Kong incassando il +8,52%, corre a Wall Street a cifra doppia. La motivazione? L’asset più importante di Alibaba, il fondatore “pensionato” Ma Yun detto Jack Ma, è riapparso in pubblico dopo tre mesi di assenza. Lo ha fatto in maniera soft, via web, incontrando un centinaio di inse­gnanti di una scuola di campagna. Jack Ma era sparito dalla vita pub­blica dal 24 ottobre, quando aveva lanciato una dura reprimenda all’in­dirizzo dei regolatori finanziari ci­nesi definendoli “vecchi”.

L’erede Huawei studia da influencer. Il Corriere della Sera racconta l’esordio nel mondo dello spettacolo di Annabel Yao, figlia di Ren Zhengfei, il fonda­tore di Huawei. Una carriera criticata da subito, sia dalla stampa cinese che dagli utenti. Il suo nuovo account su Weibo, il principale social network mandarino, ha raccolto in po­che ore oltre 200 mila fol­lower che si sono dedicati an­che a una furiosa stroncatura personale. “La gente lavora per i capitalisti tutto il giorno e ora la notte si deve sorbire le esibizioni canore dei loro figli senza talento” hanno scritto.

Il 2020 con tutti i suoi disastri diventa un videogame. Si chiama ‘2020 Game‘ e l’autore è lo sviluppatore Max Garkavyy che lo ha messo a punto in sei mesi. Ci sono gli incendi in Australia, il Covid-19 con la quarantena e il vaccino, le riunioni su Zoom, l’ascesa di TikTok e il duello Trump-Biden.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa