Ciaopeople acquisisce Geopop ed entra nel mondo della divulgazione scientifica. Andrea Moccia direttore editoriale

Un nuovo ramo, una nuova opportunità, una nuova missione. Ciaopeople si affaccia al mondo della divulgazione scientifica attraverso la porta delle Scienze della Terra, con Geopop, progetto editoriale social di divulgazione scientifica tra i più seguiti in Italia.

Andrea Moccia

Nato nel 2018, e presente su Facebook, Instagram e Youtube, Geopop è il progetto con cui il geologo e manager Andrea Moccia ha vinto la scommessa di raccontare il perché e il come delle cose ad un pubblico trasversale che va dagli studenti più piccoli e più curiosi a fasce di popolazione in età adulta. In questi tre anni Geopop ha parlato di fonti energetiche, risorse minerali e materiali, ambiente e territorio, vulcani e terremoti, degli aspetti scientifici delle scoperte e degli avvenimenti storici, e ha coinvolto gli utenti attraverso viaggi e avventure con telecamera in mano per scoprire insieme segreti della terra.

Le oltre 450.000 persone che seguono Geopop su Facebook e le 75.000 iscritte al suo canale Youtube vedranno presto una crescita dei contenuti grazie ad una squadra più grande a supporto del Direttore, quella del gruppo Ciaopeople e di una nuova nascente redazione. Nei prossimi mesi sarà lanciato il magazine con un suo palinsesto editoriale, e nasceranno nuovi format, sempre con la missione di “raccontare le scienze nella vita di tutti i giorni”.

Con la sua crescita, spiega una nota, Geopop continuerà a occuparsi di Scienze della Terra ma il suo sguardo potrà allargarsi anche a tutte le altre discipline scientifiche che hanno bisogno di un linguaggio semplice e pop, proprio come Geopop.

“Le Scienze sono raccontate troppo spesso con distacco, in molti casi da un piedistallo. Il termine POP racchiude la filosofia di un nuovo progetto che intende portare il mondo scientifico nelle case delle persone, con rigore, ma con un linguaggio semplice, fresco e moderno, adatto a tutti”, commenta Andrea Moccia, “Ciaopeople si è presentata alla porta con un’eleganza che non credevo esistesse in Italia. In queste prime settimane sto scoprendo persone meravigliose e professionisti di altissimo livello. Sono convinto che grazie a questo gruppo Geopop potrà mettere le ali. Senza se e senza ma posso dire di essere orgoglioso di far parte di questa grande realtà italiana”.

Geologo con esperienze internazionali, quello di Andrea Moccia grazie a Ciaopeople è anche un ritorno nel suo Paese d’origine di un vero e proprio “cervello in fuga”. Andrea ha infatti lavorato prima in Scozia occupandosi di modellizzazione geologica e poi a Parigi presso l’Istituto Nazionale Francese dell’Energia (IFPen) in qualità di Senior Geologist e Deputy Team Manager. Dal 2009 ha viaggiato in tutto il mondo e lavorato a progetti di esplorazione geologica in più di trenta Paesi, collaborando con numerosi team internazionali e aziende leader.

Il progetto editoriale Geopop, conclude la nota, promette importanti novità per i lettori così come per i partner, che potranno nei prossimi mesi trovare nel nuovo magazine un touchpoint strategico importante di informazione e education. Nel frattempo Andrea Moccia sarà impegnato nel rafforzare l’affetto del suo pubblico e nella conquista di nuovi lettori grazie ad un’altra novità: Il libro “Un tesoro al piano Terra. La geologia che non ti aspetti” che sarà in vendita dal 28 gennaio e che – visto l’elevato numero di preordini – è già alla seconda ristampa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”