Vivendi aumenta la quota partecipativa in Prisa al 9,9%. L’obiettivo è imporsi nei mercati di lingua spagnola in Europa, USA e America Latina

Vivendi annuncia che ha aumentato la sua partecipazione in Prisa al 9,9% dopo aver acquisito il 7,6% del capitale sociale, il 22 gennaio 2021.
L’acquisizione di una partecipazione in Prisa, riporta Adnkronos, fa parte della strategia di Vivendi per rafforzare la sua posizione come un gruppo globale di contenuti, media e comunicazione, e per ampliare il suo accesso a mercati di lingua spagnola in Europa, America Latina e Stati Uniti.

Vincent Bolloré, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Vivendi (Foto Ansa)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio </strong> Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)