Google chiude progetto Loon, palloni aerostatici per Internet. “Strada per la redditività commerciale è risultata più lunga del previsto”

Alphabet, la società madre di Google, chiude il progetto Loon quello dei palloni aerostatici che mirava a fornire Internet nelle aree più disagiate e con poca connettività.

Sundar Pichai, ceo di Google (Foto Ansa – EPA/RAJAT GUPTA)

“Purtroppo, nonostante i risultati tecnici rivoluzionari del team negli ultimi 9 anni, la strada verso la
redditività commerciale si è dimostrata molto più lunga e rischiosa di quanto sperato”, ha spiegato la società in un blog post.

Loon è stato impiegato per fornire Internet a Porto Rico dopo l’uragano Maria nel 2017 e dopo un forte terremoto in Perù. I palloni di Loon sono alimentati da pannelli solari e utilizzano sistemi di intelligenza artificiale che consentono di cavalcare i venti di alta quota.

Creata con una società indipendente all’interno di Alphabet nel 2018, l’impresa Loon è stata un’altra scommessa per il gigante della tecnologia, che include anche il progetto di auto a guida autonoma Waymo e la consegna del drone Wing.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”