Twitter lancia programma Birdwatch contro fake news. Gli utenti potranno segnalarle e inserire note con “informazioni contestuali”

Twitter sta lanciando “Birdwatch”, un programma che consente ai suoi utenti di segnalare le fake news nei tweet e “inserire delle note che forniscano informazioni contestuali”.

La piattaforma social ha spiegato che questo “approccio basato sulla  community per la lotta alla disinformazione” aiuterà a dare più voce “a  coloro che si battono per affrontare questo problema”. 

Secondo il piano dell’azienda, le note appariranno in un secondo momento direttamente sui tweet. Nella prima fase del programma pilota, gli appunti degli utenti saranno visibili solo su un sito Birdwatch separato dalla piattaforma Twitter, dove i partecipanti potranno anche votare l’utilità delle note di altri contributori. 

“Queste note saranno tenute intenzionalmente separate da Twitter per ora, mentre lanciamo Birdwatch e ci assicuriamo che porti alla creazione di informazioni di contesto che le persone trovino utili e appropriate. Inoltre, le note non avranno effetto sul modo in cui le persone vedono i tweet o sui nostri consigli di sistema”, si legge nel post inserito da Keith Coleman, vicepresidente divisione Prodotto, nel blog dell’azienda. 

Coleman spiega che le persone si rivolgono a Twitter per rimanere informate e vogliono fare affidamento su informazioni autorevoli. L’azienda, secondo quanto riporta Coleman, applica etichette e aggiunge contesto ai tweet, ma non è interessata a limitare questo sforzo a situazioni in cui vi sia un’aperta violazione delle sue politiche o a circostanze che attirino l’attenzione pubblica mondiale. 

In questo modo, con la creazione di questo forum, Twitter intende ampliare le voci che partecipano nella lotta al problema e vede nell’approccio guidato dalla community un notevole aiuto nell’intento. 

“Riteniamo che questo approccio abbia il potenziale per attuare azioni immediate quando si diffondono informazioni fuorvianti, aggiungendo un contesto di cui le persone si fidano e trovano prezioso. Come passo finale, miriamo a rendere visibili le note direttamente sui tweet per il pubblico globale di Twitter, quando c’è consenso da un ampio e diversificato insieme di contributori”, si legge nel blog. 

Ad oggi, la società ha dichiarato di aver condotto oltre 100 interviste qualitative con persone di tutto lo spettro politico che utilizzano Twitter, ricevendo un ampio sostegno generale per l’iniziativa di Birdwatch. 

“In particolare, le persone hanno apprezzato che le note fossero nella voce della comunità (piuttosto che quella di Twitter o di un’autorità centrale) e hanno apprezzato il fatto che le note fornissero un contesto utile per aiutarle a capire e valutare meglio un tweet (piuttosto che concentrarsi sull’etichettatura dei contenuti come “vero” o “falso”). Il nostro obiettivo è che Birdwatch diventi uno strumento pubblico e che venga plasmato dalla community di Twitter”, continua il post. 

A tal fine, l’azienda sta adottando delle misure per rendere il forum più trasparente. Tutti i dati inseriti dagli utenti saranno disponibili al pubblico e scaricabili e, a mano a mano che l’azienda sviluppa gli algoritmi che alimentano Birdwatch, ad esempio i sistemi di consenso, renderà pubblici i codic nella Guida di Birdwatch. 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio </strong> Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)