Fnsi: Lo sciopero dei giornalisti del gruppo Sole 24 Ore è la reazione giusta e inevitabile, atteggiamento dell’azienda inaccettabile

Condividi

“Lo sciopero dei giornalisti del gruppo Sole 24 Ore è la reazione giusta e inevitabile ad un atteggiamento inaccettabile dell’azienda. Il collocamento in Cassa integrazione a zero ore di tre giornalisti, a fronte di un aumento della produzione dei contenuti del quotidiano e di altre pubblicazioni specializzate, rappresenta un atto di inutile esibizione muscolare. Evidentemente, i vertici di Confindustria pensano di lanciare messaggi alla politica e al mondo del lavoro. Si tratta di una decisione sconcertante nella forma e nella sostanza che andrà contrastata in tutte le sedi”. Lo afferma, in una nota, Raffaele Lorusso, segretario generale della Federazione nazionale della Stampa italiana.

Raffaele Lorusso (Foto ANSA / CIRO FUSCO)

“La fase di profonda difficoltà che attraversano l’economia mondiale, il Paese e il settore editoriale – aggiunge – impone a tutti senso di responsabilità, capacità di analisi e volontà di individuare soluzioni condivise. La scelta del quotidiano di Confindustria è insensata e pericolosa perché può segnare l’avvio di una stagione di conflittualità fine a se stessa. Il sindacato dei giornalisti, in tutte le sue articolazioni, continuerà ad essere accanto ai colleghi del Sole 24 Ore, adottando con loro tutte le iniziative per difendere la dignità della professione e i posti di lavoro”.