Calcio e tv, trattative private per i diritti dei campionati 2021-24. Sky vuole realizzare il canale della Lega Serie A

Sky Italia ha presentato un’offerta per la realizzazione del canale della Lega Serie A. È quanto si apprende da fonti sentite dall’agenzia DowJones che precisano come la pay tv di Santa Giulia ha avanzato anche una offerta per il bando dei diritti televisivi del massimo campionato italiano per le stagioni 2021/2024 dedicato ai broadcaster. Per gli stessi pacchetti in lizza ci sarebbe anche Dazn. 

Maximo Ibarra

Per i diritti tv si va a trattativa privata – La Lega Serie A avvierà le trattative private per i diritti tv del campionato nel triennio 2021/24. Secondo quanto filtra, dopo l’apertura delle buste contenenti le proposte da parte dei broadcaster (non quindi quelle relative a intermediari e le manifestazioni di interesse per il canale di Lega) in mattinata, nell’assemblea in corso non sono state presentate ai club le cifre delle offerte né chi le ha presentate, decidendo tuttavia di proseguire con le trattative private.

Come riporta Ansa, le negoziazioni con i singoli broadcaster inizieranno il prossimo venerdì e saranno svolte dall’ad di Lega Luigi De Siervo affiancato da una commissione dei club.

Luigi De Siervo (Foto ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa