Sanremo, arriva il protocollo di Afi, Fimi e Pmi per la partecipazione degli artisti al Festival: tamponi e interviste da remoto

Obbligo di tampone molecolare prima della partenza e tamponi rapidi, a carico della Rai, ogni giorno durante la settimana del festival per tutti quelli che sono coinvolti nella manifestazione; presenze limitate ai soli addetti ai lavori in teatro, nel retropalco e nei camerini dell’Ariston (che dovranno essere regolarmente igienizzati); gli hotel dovranno seguire scrupolosamente le procedure covid e garantire l’accesso ai soli operatori accreditati; pranzi e cena in camera. Sono alcuni dei punti previsti dal protocollo messo a punto da Afi, Fimi e Pmi per la partecipazione degli artisti al Festival di Sanremo.

Come riporta Ansa, il codice di comportamento, in otto punti, prevede anche che le attività di promozione (interviste radio, interviste TV, conferenze stampa, etc.) si svolgano esclusivamente da remoto. Esclusi, dunque, red carpet, esibizioni, servizi fotografici o collegamenti esterni, se non quando strettamente necessarie e regolamentate all’interno del teatro Ariston, con orari scaglionati anche per le prove per evitare ogni sorta di assembramento.

Alla Rai, che dovrà occuparsi della logistica, dovrà essere fornito l’elenco dei collaboratori presenti a Sanremo con il luogo dove risiederanno per l’intera manifestazione.

L’ultimo punto del protocollo riguarda i giornalisti, per i quali si chiede la creazione di una room online anche per le votazioni, al posto della presenza fisica in sala stampa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio </strong> Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)