GEDI acquisisce l’80% di alfemminile, brand di informazione online dedicato alle donne

Il gruppo editoriale GEDI ha raggiunto un accordo con Unify (Gruppo TF1) per acquisire il brand in lingua italiana “alfemminile“, una mossa per all’allargare la propria informazione sul web dedicata al pubblico delle donne.

 

alfemminile ha una lunga storia. È stato infatti lanciato nel 2000, come spin off del sito francese Aufeminin, creato nel 1999 da Anne-Sophie Pastel, Marc-Antoine Dubanton e Cyril Vermeulen. Nel giugno del 2007, la fondatrice e i due associati vendono la società ad Axel Springer che nel 2011 decide di sbarcare in italia. Nel 2018 , Groupe TF1 annuncia l’ acquisizione del gruppo Aufeminin [1].

Il comunicato di Gedi presenta così l’operazione di acquisizione: “al femminile è il brand di informazione digitale più noto e più consultato dalle donne italiane ( dati Ipsos). Nato per accompagnare le donne con attualità, consigli ed esperienze su tutti i temi della vita moderna, alfemminile oggi include il sito web alfemminile.com, un Forum particolarmente vivace e una serie di profili social che raccolgono la più grande audience italiana in questo segmento, con 2 milioni di follower. Le interazioni quotidiane sugli argomenti proposti dal team rendono gli account digitali di alfemminile tra i più attivi della rete italiana, con posizione di leadership in particolare su Facebook, Pinterest e Instagram”.

“In esecuzione dell’accordo, GEDI ha acquisito l’80% di alfemminile, mentre Unify ha mantenuto la rimanente quota del 20%, continuando ad assicurare alla partnership competenze, contenuti e tecnologia che hanno permesso in 20 anni di diventare un punto di riferimento del panorama editoriale italiano. alfemminile integrerà il bouquet informativo che GEDI offre alle sue lettrici, già ricco di un patrimonio editoriale che conta il magazine D e le varie sezioni tematiche delle diverse testate del Gruppo. La raccolta pubblicitaria del brand sarà realizzata dalla A. Manzoni & C., concessionaria del Gruppo GEDI”.

Maurizio Scanavino

 

Maurizio Scanavino, Amministratore Delegato del Gruppo GEDI, ha dichiarato: “Con questa acquisizione, GEDI mette a disposizione delle sue lettrici un’offerta informativa ancora più ricca e completa, contribuendo al loro empowerment grazie a un brand top of mind per le donne nel panorama digitale italiano, che vive attraverso una community molto attiva e vivace in particolare sui social network e sul suo “storico” forum. Con alfemminile GEDI diventa il primo polo digitale italiano dopo Google e Facebook in termini di audience femminile: un significativo passo in avanti nel percorso di sviluppo strategico che proseguirà a pieno ritmo nei mesi a venire.”

Daniele Bianchi

 

* fonte: ultima ricerca Ipsos, “top of mind-spontaneous awaress” e “most regularly consulted female digital media”.

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Apre a Cagliari la prima biblioteca italiana in un aeroporto, con l’aiuto di molte case editrici: 1.600 volumi a disposizione dei passeggeri

Apre a Cagliari la prima biblioteca italiana in un aeroporto, con l’aiuto di molte case editrici: 1.600 volumi a disposizione dei passeggeri

Garante Privacy: per proteggere nostri dati in arrivo due regolamenti Ue; serve trasparenza negli algoritmi di intelligenza artificiale

Garante Privacy: per proteggere nostri dati in arrivo due regolamenti Ue; serve trasparenza negli algoritmi di intelligenza artificiale

Con Tod’s aprono gli ipogei del Colosseo, l’appello di Della Valle alle aziende: Mettiamoci a disposizione. Franceschini: Vero mecenatismo

Con Tod’s aprono gli ipogei del Colosseo, l’appello di Della Valle alle aziende: Mettiamoci a disposizione. Franceschini: Vero mecenatismo