A Trump ora piace il silenzio sui social. Il consigliere: Ha capito che meno è meglio, è divertito dall’attenzione sulle sue rare dichiarazioni

“Alla fine ha capito che meno è meglio”. Così un consigliere di Donald Trump spiega a Politico, usando la frase inglese ‘less is more’, come l’ex presidente ora apprezzi il silenzio a cui è stato costretto da quando è stato messo al bando sui Twitter e gli altri social media, sui cui per i quattro anni di presidenza ha esternato in modo costante ed insistente. Ora Trump, rivela ancora la fonte al sito americano, si diverte e si stupisce per il fatto che venga riservata così tanta attenzione da parte dei media alle poche dichiarazioni pubbliche che sono riusciti ad ottenere la lui in queste settimane.

Donald J. Trump (Foto Ansa – EPA/SHAWN THEW)

Ad esortarlo a continuare in questa linea del less is more, vi sarebbero in prima linea la figlia Ivanka Trump e Jared Kushner, che come l’ex presidente una volta lasciata la Casa Bianca sono andati a vivere in Florida e non più nella troppo liberal New York.

Mantenendo il loro ruolo di consiglieri più severi, figlia e genero hanno avvisato Trump del rischio che, anche se al momento ci sono tutti i voti per l’assoluzione al processo, una mossa sbagliata possa “strappare la sconfitta dalle fauci della vittoria”, riferiscono ancora le fonti di Politico.

Trump avrebbe dato ascolto al loro consiglio, e ora trascorre gran parte delle sue giornate giocando a golf: “al momento Trump sta pensano ‘ho i 45 voti, tutto quello che devo fare è giocare a golf e non fare niente”, spiegano le fonti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Forte preoccupazione in Sky per l’accordo Tim-Dazn. Ibarra scrive alla Lega Serie A: verificare criticità concorrenziali e di compatibilità

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Ecco la bozza delle disposizioni di legge sulla ‘transizione digitale’ e ruolo e poteri in mano al ministero affidato a Colao

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con  il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa

Forza Italia presidia il dipartimento Informazione. Con il liberale Giuseppe Moles gran esperto della Difesa