MF Fashion lancia il canale online dedicato alla sostenibilità

MF Fashion lancia il canale Sustainability sul proprio sito (mffashion.com) per raccontare l’evoluzione della sostenibilità nel campo della moda, con riflessioni ad ampio spettro che partono dalla volontà di analizzare quello che non è un fenomeno di costume ma un cambiamento epocale che coinvolge l’economia, l’ambiente e il sociale.

La mission del canale Sustainability, spiega una nota,  è quella di trattare i temi legati al green tenendo sotto osservazione “le otto priorità” stilate da Global Fashion Agenda, organizzazione no profit con sede a Copenaghen, specializzata nella consulenza di settore. Gli otto argomenti chiave sono: la supply chain; l’impegno nel ridurre l’impatto climatico; l’efficiente uso di acqua, energia e agenti chimici; le condizioni di lavoro rispettose e sicure; i tessuti sostenibili; la moda circolare; la promozione di salari adeguati; l’attuazione di una quarta rivoluzione industriale.

“Sostenibilità è una parola molto abusata, perciò vogliamo fare chiarezza e approfondire questa tematica sempre più importante che, in questa sezione del sito, toccheremo da molti punti di vista. Dalla produzione con materiali e tessuti eco alla blockchain, dalle condizioni di vita dei lavoratori all’aspetto etico fino alle company policy, ovvero quello che i principali gruppi del lusso stanno implementando”, dice Stefano Roncato, direttore di MF Fashion.

Ad animare la sezione Sustainability ci saranno interviste ai prime speaker di settore, articoli sulle nuove tecnologie relative alla tracciabilità, sulle iniziative sostenibili dei brand di moda, sui talenti e sulle tendenze green, oltre che sui retailer impiegati in progetti conscious ed educativi. Nella sezione verranno inoltre indicati i rating di sostenibilità delle aziende mondiali della moda e del lusso elaborati da Standard Ethics, l’unica società specializzata in rating ESG.

La nascita del nuovo canale sul sito del primo quotidiano della moda, del lusso e del design risponde alle crescenti esigenze di mercato nell’affrontare uno shift sistemico in atto, raccontandone le sfumature e rispondendo alle domande di una nuova generazione di utenti digitali, in particolare i Millennial, che chiedono informazioni sull’integrità di ciò che stanno acquistando e di ciò che indossano, gettando le basi per l’attivismo del green fashion.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Cairo: Per La7 20 anni di successi. La rete fa servizio pubblico, meritiamo anche noi una piccola quota di canone 

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

Tgcom24 è il sito di news più letto nell’anno della pandemia, Ansa ancora prima per affidabilità (con la fiducia dell’82% degli italiani)

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti

In Hearst Italia grande adesione al piano di incentivi per dimezzare i dipendenti