- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Residenze universitarie green e tecnologiche e mobilità sostenibile, il progetto Next To mette insieme Stellantis, Edisu Piemonte e Solerzia

Residenze universitarie green e tecnologiche, dove sarà possibile ricaricare auto, bici e monopattini elettrici, con wifi più potente, sistemi di videosorveglianza, pannelli informativi, defibrillatore. Guarda ai giovani Next To, progetto per la mobilità a impatto zero, messo a punto da Stellantis, Edisu Piemonte e Solerzia. Una prima fase, ancora sperimentale, partirà in tre residenze universitarie torinesi – San Liborio, Giulia di Barolo e Olimpia – dove Solerzia, start up innovativa che collabora con i principali player nazionali dell’energia. sta installando pali intelligenti denominati Tower. Si tratta di sistemi multifunzione che coniugano un innovativo impianto fotovoltaico inserito verticalmente nella struttura con la possibilità di integrare servizi e dispositivi.

Inoltre, come riporta Ansa, grazie a webinar e incontri con esperti Stellantis, si creerà un ponte tra università e mondo del lavoro; gli studenti potranno scoprire i “segreti” alla base di progettazione, produzione e vendita dei modelli auto elettrici.

Roberto Di Stefano, e-Mobility Stellantis

“Con Next To potremo valorizzare la collaborazione tra pubblico e privato”, spiega Alessandro Sciretti, presidente Edisu Piemonte. “La collaborazione con Edisu – afferma Roberto Di Stefano, e-Mobility Stellantis – è un’ulteriore conferma che la nostra azienda crede nei giovani e nel loro potenziale, ritenendo fondamentale ascoltare le loro necessità”. “La collaborazione tra studenti, start up e grandi imprese come Stellantis rappresenta un percorso virtuoso in grado di validare nuovi concept per rendere le città più intelligenti”, aggiunge Alessandro Sartarelli, general manager di Solerzia.