Boom nel 2020 per il “mobile gaming”, Deloitte: il 61% degli italiani gioca da smartphone e mercato vicino ai 2 miliardi di dollari

Cresce il mercato dei videogiochi in Italia che nel 2020 “si avvicina a 2 miliardi di dollari” (1,6 mld di euro). E’ boom per il ‘mobile gaming’, con il 61% degli utenti che gioca da smartphone,  contro una media europea del 56%, in crescita del 7% annuo, soprattutto tra donne (+11%) e 45-54enni (+10%). Emerge dallo studio Deloitte ‘Digital Consumer Trends’. Nel 2020 il mercato globale dei videogiochi ha raggiunto i 135,8 miliardi di dollari, “con un incremento supportato dagli effetti della pandemia da Covid-19 e dal lancio di nuove console e innovazioni”, spiega Deloitte. Si prevede che entro il 2025 l’industria registri una crescita annuale del 10,2% a livello mondiale con un tasso di crescita “tra i più elevati in Italia (+10,6%), che parte da un giro di affari di circa 1,7 miliardi di dollari”.

Come riporta Ansa, secondo la ricerca, dopo lo smartphone, circa un utente su tre utilizza le console, mentre uno su cinque i lettori portatili di videogame. La modalità di gioco più apprezzata è quella ‘single player’ per circa 9 italiani su 10, sebbene negli ultimi dodici mesi, siano cresciuti i giochi multiplayer con amici e parenti (+4%), con un incremento superiore tra i più giovani (+7%). Inoltre, dopo il laptop (56%), lo smartphone è il device più utilizzato per guardare contenuti eSport (51%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio </strong> Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

Venerdì 26 e Sabato 27 febbraio Carlucci saluta Signorini. De Filippi mette in riga Ottilie Faber-Castell

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)