Tokyo 2020, Seiko Hashimoto nominata nuovo presidente del Comitato per le Olimpiadi. Ecco la scelta della commissione per rimpiazzare Yoshiro Mori

Sarà Seiko Hashimoto, fino a oggi ministra per lo Sport con la delega alla preparazione delle Olimpiadi, la nuova presidente scelta al timone del comitato organizzatore di Tokyo 2020 dalla commissione ad hoc, istituita a seguito delle dimissioni repentine dell’ex presidente Yoshiro Mori. Dopo aver accettato l’incarico in mattinata, Hashimoto ha rimesso il suo incarico di ministra al premier giapponese Yoshihide Suga.

Come riporta Ansa, al quarto meeting la commissione composta da 8 delegati del comitato, “equamente” divisa tra quattro uomini e quattro donne, si è espressa in favore della 56enne ex atleta olimpica, originaria dell’Hokkaido, l’isola più a nord dell’arcipelago.

Tokyo (Foto lapresse – AP Photo/Eugene Hoshiko)

Dopo una lunga carriera agonistica, eletta per la prima volta in Parlamento nel 1995, Hashimoto è stata giudicata conforme ai cinque criteri considerati fondamentali per il nuovo incarico: ampia conoscenza dei capisaldi dell’Agenda Olimpica – tra cui la promozione delle pari opportunità, il rispetto delle diversità e l’inclusione di genere -, la capacità di valorizzare tali principi durante la preparazione dei Giochi fino ad elevarli a cardini dell’eredità di Tokyo 2020, l’esperienza sulla scena mondiale, il profilo internazionale e il senso di consapevolezza nello svolgimento del suo ruolo.

Hashimoto ha partecipato a sette edizioni delle Olimpiadi, estive e invernali, come ciclista e pattinatrice di velocità su ghiaccio, e per quest’ultima disciplina, nella gara dei 1.500 metri, ha vinto una medaglia di bronzo ai Giochi di Albertville del 1992.

Dal momento che l’ex ministra non fa parte del board esecutivo di Tokyo 2020, dovrà essere eletta membro del comitato prima di essere designata presidente. La nuova nomina arriva a meno di una settimana dalle dimissioni dell’ex numero uno del comitato, l’ex premier 83enne Mori, accusato di aver pronunciato commenti offensivi sul ruolo delle donne.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La rivoluzione delle qualifiche per la Champions League 2024. Da 32 a 36 squadre ne gioverebbe anche la presenza in tv

La rivoluzione delle qualifiche per la Champions League 2024. Da 32 a 36 squadre ne gioverebbe anche la presenza in tv

Ritorna in scena il calcio femminile: la Nazionale delle donne batte Israele 12-0 e si qualifica per gli Europei del 2022

Ritorna in scena il calcio femminile: la Nazionale delle donne batte Israele 12-0 e si qualifica per gli Europei del 2022

Da Torino a Milano, il Giro d’Italia svela le tappe dell’edizione 2021. Cairo: Spero prosegua a lungo il rapporto tra Rcs, Giro e Rai

Da Torino a Milano, il Giro d’Italia svela le tappe dell’edizione 2021. Cairo: Spero prosegua a lungo il rapporto tra Rcs, Giro e Rai