Milan-Inter fa il record su DAZN1. Ma cosa succederebbe senza il canale by Sky?

Il campionato va avanti, pieno di colpi di scena e spettacolo, e i meter di Auditel continuano a produrre dati utili da analizzare, a disposizione dei presidenti della Serie A, ancora divisi sul tema cruciale dei diritti tv da assegnare. Si avvicina l’assemblea decisiva (forse) di venerdì prossimo in Lega Calcio, proprio dopo che il calendario di domenica 21 febbraio ha ospitato il match clou della stagione – almeno fino a questo momento – proponendo su Dazn alle 15.00 il derby Milan-Inter, con prima e seconda in classifica del torneo impegnate.

La Top3 di Dazn1

L’incontro vinto chiaramente dai nerazzurri per tre a zero ha riscosso su DAZN1, sul 209 di Sky, il risultato record del canale, a quota (fonte Studio Frasi) 1,143 milioni di spettatori e 7% di share. Il secondo risultato della stagione fin qui, è stato quello di Roma-Inter, che trasmessa il 10 gennaio alle 12.30 ha avuto 915 mila spettatori ed il 4,5% di share; sul podio di DAZN1 va pure Juventus-Bologna, che il 24 gennaio, sempre nello slot prandiale, ha conseguito 859mila spettatori con il 4,3%.

Gli osservatori specializzati calcolano che in questa fase l’emissione su Sky possa rappresentare una fetta maggioritaria del potenziale bilancio complessivo in ascolti di DAZN. Per lo meno di quello attuale. E che questo sistema serva a temperare gli effetti negativi, nei casi delle partite più importanti, di un eccessivo affollamento online di fruitori del calcio. Ieri – alle prese con quello che è stato una sorta di atteso stress test – sui social qualche protesta e lamentela sul funzionamento del servizio in streaming si è sollevata, senza però che il fenomeno arrivasse ai livelli molto preoccupanti dell’esordio del servizio.

La top 3 di Sky

Inutile dire che ascolti molti più rilevanti li generano le partite che vanno all’intero plafond degli abbonati al calcio e allo sport di Sky (quasi 3 milioni su 4,8 milioni e passa complessivi). In testa alla graduatoria fino a questo momento, c’è infatti Inter-Juventus del 17 gennaio. Il derby d’Italia sfiorò 3 milioni con il 10,5% di share su Sky. Sul secondo gradino del podio si colloca invece Milan-Juventus, a quota 2,7 milioni con il 9,9% di share il 6 gennaio, sul terzo Roma-Juventus con oltre 2,5 milioni di spettatori ed il 10,2% il 27 settembre.

Il nuovo format risolve ogni problema?

Il format del prossimo triennio prevede che – chiunque vinca i diritti del torneo – potrà sfruttare un calendario in cui non ci sarà alcuna partita sovrapposta ad un’altra. Questo aspetto, dunque, rende teoricamente più semplice per Dazn – nel caso dovesse vincere la gara e avere la disponibilità del pacchetto più ampio di partite – il compito di dovere gestire un funzionamento ottimale della linea e della connessione.

Ma anche trasmettendo una sola partita alla volta, appare chiaro come la gestione non sia banale. Ci si chiede, in particolare, come la piattaforma di streaming sportivo potrà riuscire a gestire il traffico generato dai match clou. Cosa succederà a Dazn, in sostanza, quando si troverà a veicolare partite che – come le migliori di questa stagione su Sky – hanno un potenziale da oltre 2,5 milioni di spettatori? Cosà succederà, inoltre se, come pare oramai scontato considerato il clima, Dazn non potrà contare sul benevolo effetto ammortizzante dei problemi di linea che è frutto del ‘simulcasting’ by Sky?

Paiono non temere di deludere i propri bacini di tifosi televisivi (inevitabilmente abbonati in maggioranza alla pay via satellite e all’offerta terrestre) comunque, i presidenti di Juventus, Milan, Inter. I club che fanno lievitare al massimo le audience – secondo le ricostruzioni – si sono schierati infatti a favore della cessione della polpa dei diritti a Dazn.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La cura dimagrante di Hearst. Negli Usa taglio di dipendenti nel marketing e cessione di Marie Claire. In Uk chiuso Town and Country

La cura dimagrante di Hearst. Negli Usa taglio di dipendenti nel marketing e cessione di Marie Claire. In Uk chiuso Town and Country

Diritti tv Serie A.  Sky rinuncia al ricorso al Tribunale e ottiene il pacchetto 2

Diritti tv Serie A. Sky rinuncia al ricorso al Tribunale e ottiene il pacchetto 2

Rcs-Blackstone. Chiuso il lodo su via Solferino: il palazzo valeva 33 milioni in più

Rcs-Blackstone. Chiuso il lodo su via Solferino: il palazzo valeva 33 milioni in più