22 febbraio Ricciardi cresce, tiene GFVIP. Poi Italia1, Iacona, Juve e Porro

Fiction contro reality, Rai1 contro Canale 5, ma anche la Juve su Sky nella giornata di lutto per l’Italia per l’omicidio dell’ambasciatore italiano in Congo, e del carabiniere e dell’autista che erano con lui. Il 22 febbraio la tv generalista proponeva la consueta sfida: Lino Guanciale nei panni de ‘Il Commissario Ricciardi’ alle prese con Alfonso Signorini e i flirt e le eliminazioni de il ‘Grande Fratello Vip’. Si ripeteva anche il confronto tra Riccardo Iacona con ‘Presa Diretta’ sulla terza rete e Nicola Porro su Rete4 con ‘Quarta Repubblica’, ma con una versione lunga di ‘Tg2 Post’ e uno speciale di ‘Atlantide’ su La7 dedicati a quanto accaduto in Africa. Completava la griglia generalista l’action di Italia1 (‘The Transporter Legacy’).

Ma ecco la classifica della prima serata generata dalle indicazioni dei meter sugli ascolti generalisti. Va forte la fiction con Lino Guanciale, ma cresce anche il reality di Signorini

Su Rai1 la fiction ‘Il commissario Ricciardi’, con Lino Guanciale nei panni del personaggio inventato da Maurizio De Giovanni e Antonio Milo, Enrico Ianniello, Serena Iansiti nel cast, ha riscosso 5,8 milioni di spettatori e 23,9% (5,636 milioni di spettatori e 23,2% sette giorni prima).

Su Canale 5 la nuova puntata di ‘Grande Fratello Vip’, con Alfonso Signorini, Pupo e Antonella Elia alla conduzione (Andrea Zenga eliminato, Dayane innamorata di Rosalinda, Rosalinda e Stefania al televoto) ha conquistato 3,572 milioni circa ed il 20,7% dalle 21.50 alle 25.19 (3,5 milioni ed il 20% sette giorni prima).

Su Italia 1 la pellicola action ‘The Transporter Legacy’, con Ed Skrein, Loan Chabanol, ha riscosso 1,4 milioni di spettatori e 5,7%.

Su Rai Tre per la quarta puntata stagionale di ‘Presa Diretta’, con la squadra di Riccardo Iacona che ha fatto il punto sul virus Sars-Cov-2 ad un anno dalla sua comparsa, ha riscosso 1,339 milioni ed il 5,32% (1,250 milioni ed il 5% sette giorni prima), dopo la presentazione a 1,026 milioni e 3,7%.

Su Sky Juventus-Crotone 1, 233 milioni di spettatori con il 4,6%.

Su Rete 4 per ‘Quarta Repubblica’, con Nicola Porro alla conduzione, Gene Gnocchi in veste comica e Vittorio Sgarbi a destabilizzare, e tra gli ospiti Giorgia Meloni, Anna Maria Bernini, Giovanni Toti, Matteo Bassetti, Guido Rasi, Piero Sansonetti, Daniele Capezzone, Alessandro Sallusti, Alessandro Cecchi Paone, Stefano Cappellini, Mario Benotti, Tony Capuozzo e suor Anna Monia Alfieri, 1,041 milioni di spettatori e il 5,44% di share (1,090 milioni di spettatori e il 5,7% di share sette giorni prima).

Su Rai2 per ‘Tg2 Post’, in onda fino alle 22.25, 667mila spettatori e 2,5%. Per il telefilm ‘9-1-1’ 239mila spettatori e 1%.

Su La7 per ‘Speciale Atlantide’ con Andrea Purgatori a seguire con esperti ed ospiti le ultime notizie sul terribile assassinio dell’Ambasciatore italiano in Cogno, Luca Attanasio, del Carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro autista, Mustafà Milambo, 462mila e 1,8% di share.

 

In access questi gli equilibri tra i talk. Stravince Gruber, male Moreno che si allunga

Su La7 per ‘Otto e Mezzo’, con Lina Palmerini, Franco Bernabè, Antonella Viola, Andrea Scanzi ospiti di Lilli Gruber, 2,132 milioni e 7,6% di share.

Su Rete 4 per ‘Stasera Italia’, con Matteo Marzotto, Guido Crosetto, Antonio Misiani, Maurizio Belpietro, Stefano Bonaga tra gli ospiti di Barbara Palombelli, 1,427 milioni e 5,3% di share e poi 1,266 milioni e 5,9% di share.

Su Rai2 ‘Tg2 Post’ con Manuela Moreno alla conduzione e con ospiti Andrea Marcelletti, Maurizio Caprara si è allungato fino alla prima serata.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez