Bonomi (Confindustria): nel comparto radio il pubblico drena risorse economiche e danneggia il privato

“Le imprese editoriali, quindi anche quella del sistema radiofonico si devono confrontare duramente con quella che è una trasformazione digitale e quindi con un periodo pandemico che ha accelerato i processi di trasformazione”.

Carlo Bonomi
(Foto ANSA/Mourad Balti Touati)

Carlo Bonomi, Presidente di Confindustriaintervistato questa mattina in diretta su RTL 102.5 all’interno del programma Non Stop News. ” Tutto il settore è chiamato a forti investimenti in un momento di crisi e in un contesto dove in Italia per anni si è contrapposto il pubblico al privato nel settore dell’informazione, in un settore fondamentale garantito dalla Costituzione creando però un mostro. Cioè il pubblico se guardiamo all’estero, è un pubblico che è pagato dalla fiscalità generale e deve fare il suo servizio, in Italia per danneggiare il privato si è creato un ibrido, un pubblico che va a drenare risorse soprattutto economiche al privato e quindi danneggiando anche il settore privato, ma non rafforzando quello pubblico”.

“Credo che sia sbagliato proprio il concetto con cui abbiamo affrontato lo sviluppo dell’intero settore”, ha concluso Bonomi, “detto ciò, è chiaro che in un momento di crisi come quello attuale, il tema dei ristori anche a questo settore deve essere affrontato in maniera diversa, si deve mettere mano all’impianto di come è gestito il pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La radio è diventata una piattaforma con fruitori smart ed è estremamente efficace nel drive to store. Radiocompass: ‘La Radio Rende’

La radio è diventata una piattaforma con fruitori smart ed è estremamente efficace nel drive to store. Radiocompass: ‘La Radio Rende’

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Terremoto in Lega Serie A, 7 club chiedono le dimissioni del presidente Dal Pino: Irrevocabile sfiducia da parte delle società, tra cui Juve e Inter

Terremoto in Lega Serie A, 7 club chiedono le dimissioni del presidente Dal Pino: Irrevocabile sfiducia da parte delle società, tra cui Juve e Inter