Report dell’Intelligence italiana: +20% di attacchi informatici nel 2020. Il settore pubblico nel mirino degli hacker (83%)

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Relazione annuale dell’Intelligence al Parlamento: le mafie cercano di intercettare i finanziamenti europei e dilaga l’infodemia a causa di un surplus informativo. Infatti gli attacchi cibernetici ora si concentrano sull’emotività della popolazione, sfruttando la pandemia come un vantaggio strategico. Si registra una crescita del +20% rispetto al 2019: gli attacchi si concentrano sul settore pubblico che raggiunge l’83%, con una crescita di 10 punti percentuali, 11% il settore bancario e informatico, 7% in quello farmaceutico.

Biden appoggia i dipendenti Amazon. Continua la lotta per l’ingresso dei sindacati nelle sedi di lavoro Amazon. Il presidente Usa Joe Biden ha infatti dichiarato:  “Non sta a me decidere se un lavoratore deve iscriversi al sindacato. Ma non sta neppure al suo datore di lavoro. Non devono esserci intimidazioni o minacce”.

Facebook dovrà pagare 650 milioni di dollari. Negli Stati Uniti Facebook dovrà pagare 650 milioni di dollari a oltre 1 milione e mezzo di utenti per una class action sull’uso dei dati biometrici. Un giudice californiano – riporta il Guardian – ha approvato un accordo su fatti che si riferiscono al 2015 e su una funzionalità, poi abbandonata dal social network, che suggeriva agli utenti il possibile nome e cognome di una persona in una foto.

Huawei si sposta nel settore delle auto. Il brand cinese, a causa delle sanzioni americane ha registrato perdite pari al 41% e, per recuperare, parrebbe essere in trattative con la casa automobilistica cinese Changan Automobile per rifornimenti di componenti digitali.

Accordo WebTax sempre più vicino. L’amministrazione Biden dichiara di voler lasciar cadere l’ipotesi del “porto sicuro” e di garantire un’imposta minima globale. Si parla di metà 2021 per il raggiungimento di una soluzione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giornalismo e querele. Le opinioni di Ranucci (colpiti i non omologati); Porro e Giordano (inchieste sempre più difficili), scontro Sansonetti-Odg

Giornalismo e querele. Le opinioni di Ranucci (colpiti i non omologati); Porro e Giordano (inchieste sempre più difficili), scontro Sansonetti-Odg

Mediaset: Nessuna apertura dell’ultima ora su Vivendi, ma ok a soluzioni positive per tutti

Mediaset: Nessuna apertura dell’ultima ora su Vivendi, ma ok a soluzioni positive per tutti

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025