Rai, i consiglieri Borioni e Laganà chiedono un’accelerazione al ricambio del Cda: l’elezione del componente dei dipendenti sia puntuale

Ecco la dichiarazione di Rita Borioni e Riccardo Laganà, consiglieri di amministrazione della Rai: “Da alcuni giorni leggiamo sugli organi di stampa di ipotesi di proroghe del CdA della Rai. Riteniamo, al contrario, che questo CdA, con l’approvazione del bilancio 2020, avrà compiuto il suo percorso e che, nei tempi e nei modi stabiliti dalla legge dovrà essere nominato un nuovo CdA.

A questo scopo, prima in via informale e poi in CdA, abbiamo chiesto ai vertici dell’azienda di compiere tutti gli atti necessari assegnati dalla legge in capo allo stesso CdA, per organizzare l’elezione del componente del Consiglio di amministrazione della Rai eletto dai dipendenti dell’azienda. Abbiamo chiesto, in particolare, di rivedere le procedure già stabilite nel 2018 per verificare l’introduzione di eventuali modifiche migliorative allo scopo di consentire, specie in periodo di Covid, la più ampia e agevole partecipazione dei dipendenti della Rai all’elettorato attivo e passivo e parità di diritti per tutti i candidati nello svolgimento della campagna elettorale.

Riccardo Laganà e Rita Borioni

Augurandoci che già nel prossimo CdA potremo discutere la questione, siamo certi che il Consiglio di Amministrazione e i vertici aziendali si impegneranno con noi affinché l’elezione del componente espresso dai dipendenti Rai, avvenga puntualmente e in maniera coordinata con l’elezione e la designazione degli altri componenti del prossimo CdA”.

Rita Borioni – Riccardo Laganà Consiglieri di Amministrazione della Rai

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Settore smartphone in ripresa, ma Huawei non è più tra big. Aumento del 24% delle consegne su base annua

Settore smartphone in ripresa, ma Huawei non è più tra big. Aumento del 24% delle consegne su base annua

Bozza dl Covid: dal 26 aprile in zona gialla spettacoli aperti al pubblico in teatri, sale da concerto, cinema. Ok ristoranti all’aperto

Bozza dl Covid: dal 26 aprile in zona gialla spettacoli aperti al pubblico in teatri, sale da concerto, cinema. Ok ristoranti all’aperto

Hate speech, nuovo filtro Instagram per bloccare i messaggi Direct inappropriati

Hate speech, nuovo filtro Instagram per bloccare i messaggi Direct inappropriati