Giornata per le vittime di Covid. Sui Tg Mediaset minuto di silenzio; programmazione speciale Rai; logo dedicato di Tv2000

Oggi, giovedì 18 marzo, Mediaset commemora la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus” con la massima intensità per non dimenticare chi non c’è più e per sensibilizzare sull’emergenza sanitaria che continua.Nell’arco della giornata andrà in onda più e più volte su tutte le reti Mediaset un contenuto video di 30 secondi, “La memoria non si spegne”, dedicato a chi non ce l’ha fatta per colpa della pandemia.
In più, sarà trasmesso in alcuni programmi un breve filmato intitolato “In ricordo di chi vivrà per sempre”.

Lo studio del Tg5

Ma la cosa più importante è che i programmi in onda e, scelta inconsueta, persino i TG, osserveranno alcuni istanti di silenzio assoluto per trasmettere il messaggio della Giornata nel modo più forte possibile.

Rai, programmazione dedicata su tv, radio e digital – È stata istituita per “conservare e rinnovare la memoria di tutte le persone che sono decedute a causa della pandemia” la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da Coronavirus, che ricorre ogni 18 marzo.

Nel rispetto del proprio ruolo di Servizio Pubblico, riporta Ansa, Rai è in prima linea con una programmazione dedicata all’anniversario del giorno più buio, quello in cui gli autocarri militari uscirono da Bergamo carichi di bare.

Giovedì 18, a partire dalle 6.45 con Unomattina su Rai1, tutte le trasmissioni Rai ricorderanno la ricorrenza, con ampi spazi. Alle 9.40 su Rai1 (e in replica alle 16.05 su Rai3 e alle 23.30 su Rai2) andrà in onda il cortometraggio istituzionale prodotto da Rai Cinema “Io sono…Italia”, dedicato alla tragedia del covid che ha causato già oltre 100 mila morti solo in Italia, ma anche alla ripartenza del nostro Paese con la partecipazione di alcuni attori italiani.

Lo stesso corto andrà poi in onda su Rai 4 venerdì 19 marzo alle 10.10, su RaiMovie sabato 20 marzo alle 14.00 e su RaiPremium alle 15.05. Alle 10.50 di giovedì 18 su Rai1 una diretta a cura del Tg1 seguirà la visita del Presidente del Consiglio Mario Draghi a Bergamo. La visita sarà anche al centro di uno Speciale in onda su Rai News24, alle 11.00, dal titolo “Centomila lacrime”, condotto da Milena Minutoli, con ospiti in studio, collegamenti da Bergamo e servizi dedicati alle tante vittime e ai loro familiari.

Il racconto della giornata proseguirà poi su Rai1 con “Oggi è un altro giorno” e con  “La vita in diretta” che daranno ampio spazio all’anniversario.  Su Rai2 e Rai3 se ne occuperanno i programmi “I fatti vostri”, “Detto Fatto” e “Elisir”. In seconda serata su Rai3, alle 23.10, andrà in onda il documentario “Pandemic: il mondo ai tempi del COVID”. Il doc è una coproduzione internazionale Rai Documentari con MBC – South Korea, con la regia italiana di Luca Rosini: un omaggio ai cittadini del mondo che vivono quest’era, una riflessione sullo stato della pandemia a livello globale e un messaggio di solidarietà che viaggia oltre le frontiere. Dal Brasile alla Svezia passando per l’Inghilterra e l’Indonesia, il doc racconta la vita in lockdown, i dolori vissuti da chi ha perso i propri cari ma anche le piccole e grandi risorse che hanno mantenuto in vita tutti noi. Rai Documentari ha raccolto le storie e i video messaggi di persone che in tutto il mondo hanno, a vario titolo, attraversato l’esperienza del covid 19.

Su Rai Radio1 alle 10.30 di giovedì andrà in onda uno Speciale “Che giorno è – Gr1” che seguirà la visita di Draghi a Bergamo, con la conduzione di Francesca Romana Ceci e Massimo Giraldi e i collegamenti con gli inviati Federica Ionta e Simone Zazzera. Ampia copertura informativa per la Giornata in memoria delle vittime della pandemia sulle testate Rai, nei telegiornali e nei giornali radio. In particolare, la Testata giornalistica regionale del Molise realizzerà un servizio con il Comitato familiari vittime del Covid, costituito nella regione, mentre la redazione della Puglia ospiterà il Presidente dell’Ordine nazionale dei Medici nonché regionale Filippo Anelli per ricordare il personale sanitario che ha perso la vita a causa della pandemia. La Tgr Emilia Romagna sta già accompagnando il cammino verso la giornata del 18 marzo con diversi servizi che ripercorrono i 12 mesi trascorsi. Tra questi, anche approfondimenti sui lavoratori di Carpi che lavoravano a Wuhan, l’analisi dei settori che maggiormente hanno sofferto le conseguenze del covid, le interviste a personaggi del mondo dello spettacolo e una analisi delle fake news che si sono diffuse dallo scoppio della pandemia.

Dal film documentario di Gabriele Salvatores “Fuori era primavera” al doc “Aria”, anche RaiPlay ricorderà la tragedia con molti titoli disponibili online, tra questi “Senza respiro”, prodotto da Rai Documentari insieme all’americana PBS, alla franco-tedesca ARTE e all’equipe di “Petrolio”: storie di donne e uomini, medici, infermieri e pazienti che hanno combattuto contro il virus durante i primi mesi dell’emergenza. Sulla piattaforma si potranno infine vedere “La prima battaglia del Covid 19”, ambientato nell’ospedale di Cremona, nei giorni più drammatici del 2020 e “Ali dorate: il giorno del silenzio”, che racconta la Milano deserta e silenziosa, ripresa dall’alto con un drone.

TV2000

Tv2000, in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19, si unisce al dolore di chi resta nel ricordo dei morti di questa pandemia. L’emittente della Cei per tutto il giorno accompagna la programmazione con un logo speciale. Un piccolo segno di vicinanza in un tempo difficile per l’Italia e il mondo intero.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto