Gedi lancia Moda&Beauty, hub digitale che raccoglie i contenuti di fashion e bellezza

Da oggi 22 marzo, l’offerta Gedi dedicata a moda e bellezza si arricchisce del nuovo content hub Moda&Beauty.  E’ online con l’omonima sezione di Repubblica.it, LaStampa.it e dei siti GNN (raggiungibile anche direttamente all’indirizzo moda.it), sulla carta con gli Album Moda&Beauty di Repubblica.

“ Si tratta di un progetto ambizioso, perché abbiamo voluto dedicare alla nostra comunità di riferimento (14 milioni di donne!) un grande sistema multimediale rivolto al settore del fashion, della bellezza e delle relazioni”, spiega Simona Movilia, responsabile del content hub. “Per ModaeBeauty abbiamo pensato a tre focus che ci coinvolgono tutte in modo attivo. Il primo vede al centro il tema imprescindibile della sostenibilità nei settori della moda e della bellezza. Insieme scopriamo quali sono i brand virtuosi o come nascono prodotti davvero sostenibili. Il secondo tema che vogliamo presidiare è quello dell’inclusività: una questione sempre più centrale nella nostra società e che ha visto grandi movimenti nascere (anche) a colpi di hashtag, cambiando le regole del gioco e imponendo al mondo del fashion e del beauty di adeguarsi, aprendo lo sguardo a ogni genere e taglia, etnia ed età. Il terzo focus è quello dell’aging: quante volte negli ultimi due anni abbiamo sentito parlare delle “Perennials”, donne che l’imprenditrice digitale Gina Pell definisce “persone curiose e sempre in fiore”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 16 e Sabato 17 aprile </strong> Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

Venerdì 16 e Sabato 17 aprile Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli

Il retroscena degli attacchi minacciosi di Juve, Inter, Napoli, Atalanta,Lazio, Verona e Fiorentina al presidente Lega Serie A

Il retroscena degli attacchi minacciosi di Juve, Inter, Napoli, Atalanta,Lazio, Verona e Fiorentina al presidente Lega Serie A