Fastweb apre le porte di 15 sedi in Italia per accelerare la campagna vaccinale

Fastweb, aderendo all’iniziativa di Confindustria, ha dato la disponibilità alla struttura commissariale guidata dal generale Francesco Figliuolo, a fornire le proprie sedi e strutture in vista della campagna massiva per la vaccinazione Covid-19 della popolazione, in linea con quanto previsto dal piano nazionale.

 Fastweb ha messo a disposizione le sue 15 sedi diffuse sul territorio nazione (Milano, Roma, Genova, Torino, Padova, Bologna, Sesto Fiorentino, Perugia, Cagliari, Pescara, Napoli, Bari, Palermo e Catania) e ha garantito anche la presenza di personale medico e infermieristico.

Alberto Calcagno, ad Fastweb (Foto ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

 “In questo momento così delicato abbiamo deciso di sostenere le istituzioni e aiutare il sistema sanitario nazionale nella lotta al virus, mettendo a disposizione le nostre strutture in tutta Italia per le vaccinazioni di massa, perché l’emergenza riguarda tutti noi e vaccinare vuol dire far ripartire il Paese” ha commentato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. “Oltre a offrire i nostri spazi nei mesi scorsi siamo inoltre riusciti a donare, grazie al coinvolgimento di numerosi colleghi, centinaia di ore di volontariato per ricostruire le catene di contatti e contagi e dare indicazioni sulle precauzioni da adottare ai cittadini del territorio. Un’iniziativa con la quale seguitiamo a dare un aiuto concreto e che rappresenta al tempo stesso un’occasione di crescita per tanti nostri dipendenti”.

 Sempre con l’obiettivo di fronteggiare l’emergenza e spezzare la catena di contagio, Fastweb ha riavviato a inizio marzo l’iniziativa “Volontari per il Sistema di Tracing” a supporto dell’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) di Milano Città Metropolitana nelle attività di contenimento della circolazione del virus.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giornalismo e querele. Le opinioni di Ranucci (colpiti i non omologati); Porro e Giordano (inchieste sempre più difficili), scontro Sansonetti-Odg

Giornalismo e querele. Le opinioni di Ranucci (colpiti i non omologati); Porro e Giordano (inchieste sempre più difficili), scontro Sansonetti-Odg

Mediaset: Nessuna apertura dell’ultima ora su Vivendi, ma ok a soluzioni positive per tutti

Mediaset: Nessuna apertura dell’ultima ora su Vivendi, ma ok a soluzioni positive per tutti

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025