Huawei ha inaugurato il centro italiano per la cybersecurity di Roma

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Huawei inaugura il Cyber security centre di Roma: è pensato per permettere a imprese e Pa di eseguire verifiche di sicurezza e testare le apparecchiature del Colosso di Shenzhen. “Bisogna mettere da parte le controversie geopolitiche e lavorare assieme verso l’innovazione” dice il presidente di Huawei Italia Luigi De Vecchi al Sole 24 Ore. La società ha investito nella sicurezza informatica a livello globale circa il 5% degli investimenti in R&S, per 750 milioni di dollari annui.

Microsoft in trattativa per l’acquisizione di Discord. L’offerta sarebbe oltre i 10 miliardi di dollari per l’applicazione di messaggistica istantanea, così dice Bloomberg News. Microsoft, l’anno scorso, aveva già cercato di acquistare l’app di social­media TikTok e Pinterest.

Dopo lo sciopero dei lavoratori Amazon interviene il Governo per riaprire la trattativa sul contratto di filiera che riguarda 40 mila lavoratori, di cui solo 9 mila dipendenti diretti Amazon. L’azienda – secondo quanto riportato dalla stampa – non vuole trattare ed ha imposto anche ad Assoespressi di tenere lo stesso comportamento.

Ragazzi Hikikomori in crescita: la paura del giudizio. «Il lockdown e le restrizioni dettate dal Covid­19 stanno facendo aumentare i casi»: avverte Gianfrancesco Gervasoni, psicoterapeuta di Hikikomori Bergamo in un’intervista al Corriere. L’esperto identifica tre stadi: cominciano a saltare la scuola, lo sport, gli incontri con gli amici, poi decidono di non andare più in classe, si chiudono in stanza passando le giornate sui social, alla play station o guardando film. Si è già al terzo stadio quando anche i rapporti con i genitori sono ridotti al minimo, per lo più sono le mamme a chiedere aiuto ai professionisti. La sindrome riguarda i preadolescenti dai 14 anni, coincidendo con il passaggio dalla scuola media alle superiori, fino ai trentenni, si tratta soprattutto di maschi (tra il 70 e il 90%).

TikTok contro le fake news: in Italia avvisi sui video contro la disinformazione. Qualora ci fossero contenuti non verificati con certezza, la piattaforma applicherà un banner così da renderlo noto anche agli utenti. Al creator che ha pubblicato il video verrà inviata una notifica per informarlo di quanto accaduto. Secondo un’analisi della società, la condivisione di video che contengono informazioni non verificate diminuisce del 24%, mentre i Mi Piace calano del 7%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto