Olimpiadi di Tokyo, un anno fa il rinvio. Domani da Fukushima parte la fiaccola senza pubblico

Parte la corsa della fiaccola olimpica verso Tokyo 2020, e sarà senza pubblico. Esattamente un anno fa, il 24 marzo del 2020, il Cio e il comitato organizzatore annunciavano il rinvio dell’Olimpiade, fatto storico: era la prima volta che i Giochi non si svolgevano a causa non di una guerra. C’era e c’è tuttora la pandemia, ma domani è un altro giorno storico in quanto da Fukushima parte la ‘staffetta’ della fiaccola olimpica, dalle 9 ora locale (l’una di notte in Italia) fino al 23 luglio, quando nella cerimonia d’apertura verrà acceso il braciere dei Giochi. Sul percorso, causa pandemia, sarà vietata la tradizionale presenza del pubblico. Ma la corsa è in ogni caso segno tangibile che, quindi, l’Olimpiade 2020 si farà, anche se con dodici mesi di ritardo. Un segnale positivo in questo senso – riporta Ansa – è anche che a Tokyo è stata decretata la fine dello stato di emergenza.

Tokyo (Foto lapresse – AP Photo/Eugene Hoshiko)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto