Editoria, Fieg a Moles: nel Recovery Plan interventi specifici per promuovere l’innovazione e la trasformazione digitale

“Il Presidente del Consiglio ha dichiarato che viviamo tempi in cui il Governo è impegnato a dare soldi e non a chiederli e noi condividiamo pienamente queste affermazioni”, ha dichiarato il Presidente della Federazione Italiana Editori Giornali, Andrea Riffeser Monti, nell’avvio dell’incontro avuto oggi, accompagnato dai Vicepresidenti, Francesco Dini e Giuseppe Ferrauto, e dal Direttore generale, Fabrizio Carotti, con il Sottosegretario di Stato con delega all’Informazione e all’Editoria, Giuseppe Moles.

Andrea Riffeser Monti (Foto ANSA)

Nel corso dell’incontro Riffeser ha ricordato l’importanza dell’inserimento nel Recovery Plan di specifici interventi per il settore editoriale per promuovere l’innovazione e la transizione al digitale (contributi per digitalizzazione, multimedialità, gestione piattaforme e formazione).

Fra gli altri sono stati poi prospettati interventi per ridurre i costi di produzione e distribuzione dell’informazione, per il ricambio generazionale e l’assunzione di nuove risorse con competenze digitali, per la consegna a domicilio delle pubblicazioni, per l’informatizzazione e la modernizzazione delle edicole.

Nel ringraziare il Sottosegretario Moles per l’attenzione e la sensibilità dimostrata per il settore, il Presidente della Fieg ha sottolineato la gravità della situazione dell’editoria giornalistica, ulteriormente aggravata dalla crisi pandemica, e ha auspicato che alcuni degli interventi proposti siano valutati dal Governo per l’inserimento nei prossimi provvedimenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La radio è diventata una piattaforma con fruitori smart ed è estremamente efficace nel drive to store. Radiocompass: ‘La Radio Rende’

La radio è diventata una piattaforma con fruitori smart ed è estremamente efficace nel drive to store. Radiocompass: ‘La Radio Rende’

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Ferrari, ok al bilancio. Elkann confermato presidente: Progressi verso short list per nuovo ceo, primo modello tutto elettrico nel 2025

Terremoto in Lega Serie A, 7 club chiedono le dimissioni del presidente Dal Pino: Irrevocabile sfiducia da parte delle società, tra cui Juve e Inter

Terremoto in Lega Serie A, 7 club chiedono le dimissioni del presidente Dal Pino: Irrevocabile sfiducia da parte delle società, tra cui Juve e Inter