A Dazn i diritti della Serie A per il prossimo triennio (840 mln a stagione). Con Tim per distribuzione su telefonia e pay tv. Rushton: entusiasti

La Lega di serie A ha appenaassegnato i diritti tv per il prossimo triennio a Dazn.. A favore dell’offerta di Dazn hanno votato 16 club, contro quattro.

 

Dazn – che di recente ha siglato un accordo di distribuzione con Tim –  si è aggiudicata i pacchetti 1 e 3 per una cifra pari a circa 840 milioni di euro a stagione: trasmetterà quindi 7 gare a giornata in esclusiva (pacchetto 1) e 3 gare in co-esclusiva (pacchetto 3). Gli unici quattro voti contro l’offerta della piattaforma di streaming sono arrivati da Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo.
Per il pacchetto 2, contenente la co-esclusiva delle 3 gare, proseguiranno invece i colloqui tra la Lega e Sky (che ha offerto 70 milioni a stagione) fino a lunedì 29 marzo, quando l’offerta scadrà in base a quanto previsto nel bando.

In una nota che segue l’assegnazione dei diritti, Dazn e Tim comunicano di aver firmato un accordo di distribuzione che, estendendo la partnership in essere, porta su TimVision i contenuti del servizio streaming per i prossimi tre anni. Dazn – che si è aggiudicata i diritti televisivi per le partite di Serie A per le stagioni 2021-2024 – proseguirà la distribuzione delle partite via internet e ha scelto Tim come partner strategico. Pertanto, Tim sarà l’operatore di telefonia e Pay Tv di riferimento per l’offerta dei contenuti di Dazn in Italia. La nuova partnership sarà attiva a partire da luglio 2021 e ai clienti Tim saranno riservate offerte dedicate per il servizio Dazn che include le partite della Serie A, per un bacino di utenza di circa 5 milioni di famiglie fino ad oggi in prevalenza via satellite.
La partnership con Tim – prosegue la nota – rappresenta un ulteriore passo in avanti nel percorso di crescita e consolidamento di Dazn nel mercato italiano. Processo iniziato con successo nel 2018 e proseguito negli anni con grande impegno fino ad oggi. L’acquisizione di 10 partite a giornata del Campionato di Serie A (7 in esclusiva e 3 in co-esclusiva), che tanti tifosi e appassionati conta in Italia, è un chiaro riconoscimento del lavoro svolto fino ad oggi. Attraverso questo accordo, proseguirà il passaggio degli utenti alla visione dei contenuti utilizzando la banda larga, permettendo, allo stesso tempo, di potenziare e accelerare il processo di digitalizzazione del Paese su cui massimo è stato l’impegno in questi anni. Dazn ha sempre messo al centro del suo operato il consumatore appassionato di sport, che deve poter accedere ai contenuti sportivi in modo semplice, flessibile e innovativo e questo accordo non fa che rafforzare l’impegno in questa direzione. Al tempo stesso Tim supporterà la migrazione da satellite a piattaforma streaming, grazie alla copertura Ultrabroadband disponibile in Italia attraverso la rete fissa (oltre il 90% delle linee fisse attive è già pronto a fornire l’accesso UBB), a cui si aggiunge la rete mobile, il Fixed Wireless Access (FWA) e il WIFI satellitare, dando la possibilità di offrire a tutti i clienti la migliore user experience.
L’accordo con Dazn – conclude la nota –  oltre a promuovere ulteriormente la diffusione delle connessioni UBB in Italia, rafforzerà la strategia convergente di Tim Unica, andando ad abbinare la migliore proposta di connettività fisso-mobile ad un’offerta di contenuti sportivi e d’intrattenimento unici nel panorama italiano. La partnership, inoltre, va a consolidare il posizionamento di TimVision come principale aggregatore di prodotti Premium di alta qualità che, grazie anche al nuovo decoder (set-top-box), consentirà allo spettatore di vivere un’esperienza sempre più unica e coinvolgente. La migrazione da satellite a piattaforma streaming consentirà infine di proseguire e rafforzare il lavoro fatto fino ad oggi al fianco delle Istituzioni nella lotta alla pirateria: Tim e Dazn lavoreranno per adottare una serie di misure per rafforzare il contrasto a questo fenomeno.

James Rushton, ceo di Dazn (Foto ANSA)

 Dazn “Accordo storico”.  Rushton: siamo entusiasti

“Dazn, la principale piattaforma sportiva mondiale, ha acquisito i diritti per trasmettere tutta la Serie A in Italia dal 2021 al 2024, diventando così il principale broadcaster della competizione per le prossime tre stagioni. Un accordo storico, con cui Dazn offre la copertura di 10 partite per giornata e una vittoria per i tifosi di calcio in Italia che ora potranno godere dei match di Serie A su un’unica piattaforma. In questo modo, Dazn triplica la propria copertura del campionato italiano che, dal 2018, includeva 114 partite a stagione”. Così Dazn in una nota dopo la decisione della Lega di Serie A di assegnare i diritti televisivi domestici del prossimo triennio. “Per tre stagioni (2021-24), Dazn trasmetterà un totale di 266 partite (7 a giornata) di Serie A in esclusiva e un totale di 114 partite (3 a giornata) in co-esclusiva: un punto di svolta fondamentale nel passaggio del consumo sportivo dalla pay Tv tradizionale all’Ott e il più importante accordo di streaming sportivo mai realizzato in Europa”.

“Siamo entusiasti del fatto che Dazn sia per la Serie A, in Italia, la principale destinazione sportiva premiando i fan con la copertura completa di tutto il Campionato. L’obiettivo di Dazn, infatti, è quello di rendere gli eventi e i contenuti sportivi premium accessibili ad un numero sempre maggiore di tifosi e questo accordo conferma il nostro impegno nel proseguire lungo il percorso votato all’innovazione”. Queste le parole di James Rushton, Co-Ceo, DAZN Group, dopo che la decisione della Lega di Serie A di assegnare i diritti televisivi domestici del prossimo triennio. “L’investimento fatto è strategico per accelerare ulteriormente la crescita in uno dei nostri mercati principali mentre prosegue con successo e si consolida lo sviluppo a livello globale”, ha aggiunto.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale

Mercato pubblicitario in forte ripresa a giugno, +34,6%; nei primi 6 mesi +25,7%. Nielsen: Crescita robusta e ormai consolidata

Mercato pubblicitario in forte ripresa a giugno, +34,6%; nei primi 6 mesi +25,7%. Nielsen: Crescita robusta e ormai consolidata

TOP EDITORI iscritti ad Audiweb per ‘Total digital audience’. A maggio il podio è ancora per Rcs, Gedi, Mediaset

TOP EDITORI iscritti ad Audiweb per ‘Total digital audience’. A maggio il podio è ancora per Rcs, Gedi, Mediaset