- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

ROI Edizioni lancia la nuova collana Gli essenziali

ROI Edizioni, casa editrice specializzata nella saggistica di business (marketing, vendite, neuroscienze e scienze sociali, innovazione tecnologica, leadership) e di self help (psicologia, filosofia, salute e benessere, spiritualità), presenta Gli essenziali, una nuova collana di paperback sui temi di crescita personale e professionale.

[1]

Gli essenziali, spiega una nota, è una collezione di titoli long seller, italiani e internazionali, che hanno lasciato un segno e che nel tempo continuano a essere un riferimento rilevante nei vari aspetti delle scienze umane e sociali, dell’economia e del management, dello sviluppo personale.

I primi due titoli, in libreria a partire dal 31 marzo, sono Flow. Psicologia dell’esperienza ottimale di Mihály Csíkszentmihályi e Positioning. Come farsi vedere e sentire in un mercato sovraffollato di Al Ries e Jack Trout.

«Nelle collane tascabili italiane, a differenza che in altri paesi, la saggistica è spesso sottorappresentata» dice Michele Riva, amministratore delegato di ROI Edizioni. «Eppure non mancano libri che hanno ancora molto da dire e che, nel mercato di oggi, possono facilmente raggiungere i lettori interessati. Con questa collana vogliamo dare una seconda vita a libri importanti, anzi “essenziali”, che sono ancora in grado di parlare al grande pubblico e a volte sono persino più attuali oggi di ieri. Tra le prossime uscite, ci saranno libri già pubblicati in prima edizione nelle nostre collane, altri dalla storia diversa, come Flow e Positioning, o persino titoli inediti in Italia».

Flow. Psicologia dell’esperienza ottimale di Mihály Csíkszentmihályi è un classico fondamentale della psicologia del Novecento. Uscito nel 1990, tradotto in Italia e poi esaurito, oggi è riproposto con una nuova prefazione dello psicologo Giuseppe Vercelli, che sottolinea la “preveggenza” dell’autore, capace di intravedere i cambiamenti e la complessità del tessuto sociale, culturale, professionale ed economico di oggi. Lo psicologo ungherese, naturalizzato americano, studia come le persone raggiungano la massima felicità quando sono in uno stato di “flow” (flusso), cioè di totale concentrazione e assorbimento in un’attività, al punto che nient’altro sembra avere importanza. Il suo libro introduce uncostrutto psicologico divenuto poi fondamentale in una varietà di campi, dal lavoro allo sport. E rappresenta un contributo sulla ricerca del benessere interiore,la felicità, l’espressione del potenziale, la spinta al miglioramento che ha sempre mosso l’individuo nel corso dei secoli.

Il secondo titolo, Positioning. Come farsi vedere e sentire in un mercato sovraffollato di Al Ries e Jack Trout, è uno dei caposaldi del marketing degli ultimi decenni e tuttora uno dei libri più venduti, più letti e più studiati del settore. La strategia di Ries e Trout si basa su una scoperta senza tempo: il vero “posizionamento” – termine coniato proprio da questi due autori – non si ottiene agendo sul prodotto, ma avviene nella mente del potenziale cliente. Il vero posizionamento consiste nel far arrivare il proprio prodotto o servizio al primo posto nella scala di priorità percepita dal cliente. Per questo motivo, la teoria degli autori – proposta con una nuova traduzione – non solo sopravvive alla continua evoluzione del mondo dei media e della comunicazione, ma anzi si dimostra particolarmente attuale nell’era della “società ipercomunicativa” e dell’ingorgo di informazioni in cui siamo immersi.