Citynews presenta Brand Faq

Gruppo Editoriale Citynews lancia  l’iniziativa BRAND FAQ. I DPCM cambiano e modificano i colori delle regioni e le regole. Zone rosse, gialle e arancioni e, da qualche tempo, anche l’introduzione di ulteriori aree di rischio. Ma cosa è consentito fare e cosa no? Questa è la sfida del nuovo format Citynews – spiega una nota – che consente agli advertisers di contestualizzare i propri messaggi attraverso FAQ ads che dirigono l’utente verso una landing page dedicata o verso un Native Article di proximity information.

“BRAND FAQ nasce dall”esigenza di dotare i nostri partner Retail di un efficace strumento di info-commerce – commenta Alessandro Pugliese, Direttore Nazionale & Partnership Citynews – con finalità di corretta divulgazione e interpretazione dello scenario normativo. Un format che contestualmente ci consente di rimanere fedeli alla nostra mission di provider di news di utilità e servizio presso le comunità territoriali”.

I FAQ ads vengono erogati sfruttando la consolidata expertise dell’editore in ambito Vertical Solution 9:16 e sono rintracciabili nel feed delle news attraverso la navigazione swipe che oramai da anni caratterizza le App e gli M-Site dell’editore. La creazione dei Native Article è invece curata dalla Redazione di Brand Journalism interna al dipartimento Branded Content.

Tra i partner che hanno abbracciato il nuovo progetto c’è Ford Italia (nella foto) con il supporto della Unit di Branded Content di Mindshare. Ford ha scelto di adottare la FAQ ads per veicolare info per gli accessi alle concessionarie locali sparse sul territorio italiano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pescanova si affida ad Havas Media Group

Pescanova si affida ad Havas Media Group

Una cuccia contro l’abbandono, con Poldo Dog Couture

Una cuccia contro l’abbandono, con Poldo Dog Couture

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven

Sky Media spinge sulla profilazione: arrivano il Programmatic in TV e l’On Demand data driven