Su TikTok arrivano i sottotitoli automatici

I contenuti presenti su TikTok, scrive Mobile World, saranno ora tutti compatibili con la generazione automatica dei sottotitoli. Inizialmente i sottotitoli automatici saranno disponibili in lingua inglese e giapponese.

La nuova funzionalità permetterà anche ai creator di personalizzare o modificare i sottotitoli generati automaticamente, per renderli più attinenti con il contenuto. Questi saranno disponibili per tutti i video sui quali i creator hanno concesso l’abilitazione ai sottotitoli automatici.
La novità, che sarà di grandissimo aiuto agli utenti TikTok con difficoltà uditive, è già disponibile per tutti sulla piattaforma social di TikTok. In futuro dovrebbe arrivare il supporto anche ad altri linguaggi.

Ai creator di contenuti TikTok – spiega Giornalettismo – viene data la possibilità di modificare i sottotitoli generati automaticamente per correggere eventuali errori. Agli spettatori cui questi sottotitoli danno fastidio verrà data la possibilità di disattivarli tramite l’apposito pulsante. Una funzione che denota un livello di attenzione alla diversità notevole e che tutti stanno cercando di fare propria: Google ha integrato la funzione in Chrome, permettendo di generare le didascalie degli audio riprodotti tramite browser. Anche servizi di video chat come Zoom e Meet si sono attrezzati per generare sottotitoli automaticamente e Instagram sembrerebbe intenzionato ad aggiungere la stessa funzione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Maccanico lascia Sky per guidare il progetto della nuova Cinecittà presieduta da Chiara Sbarigia

Maccanico lascia Sky per guidare il progetto della nuova Cinecittà presieduta da Chiara Sbarigia

<strong> Venerdì 16 e Sabato 17 aprile </strong> Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

Venerdì 16 e Sabato 17 aprile Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli