Boom di “Paperoni” nel 2021: sale il numero dei miliardari nel mondo (2.755). Bezos e Musk i più ricchi, del Vecchio primo in Italia

Il 2021 anno record per i ‘paperoni’. Il numero dei miliardari nel mondo è balzato a 2.755, ovvero 660 in più rispetto all’anno precedente. Complessivamente valgono 13.100 miliardi, 8.000 in più del 2020. È quanto emerge dalla 35ma classifica annuale dei super ricchi di Forbes, nella quale di registrano 493 nuovi ingressi, circa uno ogni 17 anni, di cui 210 dalla Cina e da Hong Kong.

Come riporta Ansa, Jeff Bezos si conferma l’uomo più ricco del mondo, con una fortuna di 177 miliardi di dollari. La medaglia d’argento va a Elon Musk, con i suoi 151 miliardi.

Da sinistra, Elon Musk, Jeff Bezos, Leonardo del Vecchio

Leonardo del Vecchio con i suoi 25,8 miliardi di dollari è l’uomo più ricco d’Italia e occupa la 62ma posizione della classifica Forbes, secondo la quale Giovanni Ferrero (40mo), il re della Nutella, vanta un patrimonio da 35,1 miliardi ma è ‘ufficialmente’ il più ricco del Belgio dove ha ora la residenza. Giorgio Armani è 323mo con 7,7 miliardi e Silvio Berlusconi 327mo con 7,6 miliardi.

Nella top ten dei paperoni mondiali, oltre a Bezos al comando per il quarto anno e Musk, ci sono Bernard Arnault in terza posizione con 150 miliardi seguito da Bill Gates con 124 miliardi e Mark Zuckerberg con 97 miliardi. Donald Trump con i suoi 2,4 miliardi di dollari scivola in 1.299 posizione dalla 1.001 del 2020.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Periodici Rcs, il Cdr del Corsera: Sbagliata la politica di tagli, solidarietà ai colleghi che hanno respinto il piano di riorganizzazione dell’azienda

Periodici Rcs, il Cdr del Corsera: Sbagliata la politica di tagli, solidarietà ai colleghi che hanno respinto il piano di riorganizzazione dell’azienda

Lotta alla pirateria. Appello all’Ue di 80 tra associazioni ed aziende internazionali e italiane a favore del Digital Services Act

Lotta alla pirateria. Appello all’Ue di 80 tra associazioni ed aziende internazionali e italiane a favore del Digital Services Act

Smemoranda cede Digital GUT a Zucchetti. Crespi: ci concentriamo sui brand  Smemoranda, Zelig e Nava

Smemoranda cede Digital GUT a Zucchetti. Crespi: ci concentriamo sui brand Smemoranda, Zelig e Nava