Boom di “Paperoni” nel 2021: sale il numero dei miliardari nel mondo (2.755). Bezos e Musk i più ricchi, del Vecchio primo in Italia

Il 2021 anno record per i ‘paperoni’. Il numero dei miliardari nel mondo è balzato a 2.755, ovvero 660 in più rispetto all’anno precedente. Complessivamente valgono 13.100 miliardi, 8.000 in più del 2020. È quanto emerge dalla 35ma classifica annuale dei super ricchi di Forbes, nella quale di registrano 493 nuovi ingressi, circa uno ogni 17 anni, di cui 210 dalla Cina e da Hong Kong.

Come riporta Ansa, Jeff Bezos si conferma l’uomo più ricco del mondo, con una fortuna di 177 miliardi di dollari. La medaglia d’argento va a Elon Musk, con i suoi 151 miliardi.

Da sinistra, Elon Musk, Jeff Bezos, Leonardo del Vecchio

Leonardo del Vecchio con i suoi 25,8 miliardi di dollari è l’uomo più ricco d’Italia e occupa la 62ma posizione della classifica Forbes, secondo la quale Giovanni Ferrero (40mo), il re della Nutella, vanta un patrimonio da 35,1 miliardi ma è ‘ufficialmente’ il più ricco del Belgio dove ha ora la residenza. Giorgio Armani è 323mo con 7,7 miliardi e Silvio Berlusconi 327mo con 7,6 miliardi.

Nella top ten dei paperoni mondiali, oltre a Bezos al comando per il quarto anno e Musk, ci sono Bernard Arnault in terza posizione con 150 miliardi seguito da Bill Gates con 124 miliardi e Mark Zuckerberg con 97 miliardi. Donald Trump con i suoi 2,4 miliardi di dollari scivola in 1.299 posizione dalla 1.001 del 2020.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto