Papa Francesco: le preghiere buone si diffondono ovunque, con o senza social

“Le preghiere – quelle buone – sono ‘diffusive’ si propagano in continuazione, con o senza messaggi sui social”. Lo sottolinea il Papa in occasione dell’udienza generale trasmessa via streaming dalla Biblioteca Apostolica.

Papa Francesco (Foto Ansa)

“Dalle corsie di ospedale, dai momenti di ritrovo festoso come da quelli in cui si soffre in silenzio… Il dolore di ciascuno – ricorda Bergoglio – è il dolore di tutti, e la felicità di qualcuno si travasa nell’animo di altri. Le preghiere rinascono sempre: ogni volta che congiungiamo le mani e apriamo il cuore a Dio, ci ritroviamo in una compagnia di santi anonimi e di santi riconosciuti che con noi pregano, e che per noi intercedono, come fratelli e sorelle maggiori transitati per la nostra stessa avventura umana”.

“Nella Chiesa – dice il Pontefice – non c’è un lutto che resti solitario, non c’è lacrima che sia versata nell’oblio, perché tutto respira e partecipa di una grazia comune. Non è un caso che nelle antiche chiese le sepolture fossero proprio nel giardino intorno all’edificio sacro, come a dire che ad ogni Eucaristia partecipa in qualche modo la schiera di chi ci ha preceduto. Ci sono i nostri genitori e i nostri nonni, ci sono i padrini e le madrine, ci sono i catechisti e gli altri educatori… i santi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 3 agosto </strong> Vince la novità Olivia, poi Circolo degli anelli, Battiti Live, Carramba. Male Giletti special

3 agosto Vince la novità Olivia, poi Circolo degli anelli, Battiti Live, Carramba. Male Giletti special

Twitter ingaggia e premia gli hacker che rilevano nei suoi algoritmi bias di razzismo e sessismo

Twitter ingaggia e premia gli hacker che rilevano nei suoi algoritmi bias di razzismo e sessismo

#TOKYO2020, i migliori video di Eurosport – 4 agosto

#TOKYO2020, i migliori video di Eurosport – 4 agosto