Re Giorgio per la prima volta apre alla possibilità di un partner per Armani: Italiano ma non per forza una fashion company

“Si potrebbe pensare all’unione con un’importante azienda italiana”. Lo dice Giorgio Armani in una lunga intervista pubblicata online da Vogue Usa, dove per la prima volta apre alla possibilità di un partner. L’idea di continuare come marchio indipendente “non è strettamente necessaria” aggiunge lo stilista-imprenditore.

Unica condizione per rinunciare all’indipendenza è che il partner sia italiano, ma non necessariamente – aggiunge – una fashion company.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

Intervista a Giacomo Lasorella, il presidente di Agcom spiega la ratio e il senso del riassetto organizzativo varato ieri dal Consiglio dell’Autorità

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

G20 della Cultura a Roma, Franceschini: Cultura mezzo formidabile di dialogo tra popoli

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto

Levi rieletto presidente Aie: La lettura è un’emergenza nazionale. Bene le vendite online ma il mercato sia equo e aperto