Il simbolo del gallo è solo per il Chianti (e non per altri vini): il Tribunale dell’Ue respinge la richiesta di registrazione marchio simile

Condividi

Il simbolo del gallo non può essere usato per identificare altri vini se non il Chianti. Lo ha deciso il Tribunale dell’Ue, che ha confermato la decisione con cui l’Ufficio Ue per la proprietà intellettuale (Euipo) aveva respinto la richiesta di registrazione di un marchio simile. “Tenuto conto dell’immagine di eccellenza e di prestigio associata al marchio anteriore del vino Chianti – spiega in una nota il Tribunale – l’uso del marchio richiesto poteva generare un indebito vantaggio” a favore della società richiedente.

Chianti Classico (Foto LaPresse/Bianchi-Lo Debole)