Gubitosi: Per progredire sul digitale puntiamo sulla formazione, non solo infrastrutture. Non esiste tecnologia a prova di futuro

L’evoluzione tecnologica degli ultimi anni dimostra “che non esistono tecnologie a prova di futuro”. A sottolinearlo, parlando a un webinar, l’ad di Tim, Luigi Gubitosi. “Oggi parliamo di 5G, questo vuol dire che il 25 anni abbiamo avuto 5 generazioni diverse di tecnologia – ha ricordato – Mentre stiamo implementando il 5G, stiamo già avendo le prime riunioni per il 6G”. Secondo il manager – riferisce Agi – questo significa che “quando progetti qualcosa per i prossimi 10 anni sai quale sia lo stato attuale, ma sai anche che le cose cambieranno”; per questo, ha concluso Gubitosi, “è necessario avere una grandissima flessibilità, anche mentale”.

Luigi Gubitosi (Foto ANSA/CLAUDIO PERI)

Per progredire sul fronte del digitale non bisogna puntare solo sulle infrastrutture ma anche sulle competenze e la formazione. A sottolinearlo è l’ad di Tim, Luigi Gubitosi. Dopo aver ricordato l’impegno dell’azienda nell’ultimo anno per portare connettività e strumenti su vari fronti – dai carceri e dagli ospedali alle piattaforme per la didattica a distanza -, il manager ha spiegato che per il futuro “la formazione è la parte più difficile, più di quella infrastrutturale”.

“Nel Recovery tutti parlano di soldi per le infrastrutture, e questo ci fa piacere, ma la parte più delicata è quella delle competenze digitali, su cui serve una formazione di grande qualità”, ha concluso Gubitosi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Gli italiani amano sempre più gli audiolibri: sono 10 milioni gli ascoltatori nel nostro Paese (+11% sul 2020), perlopiù millennials

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%

Il mercato digitale 2020 in Italia quasi flat (-0,6%), nel 2021 Anitec-Assinform prevede una crescita del 3,5%