Donare organi è ‘virale’, la campagna da 10 milioni di visualizzazioni: dalle istituzioni ai vip, in tanti hanno condiviso i contenuti

Condividi

Donare gli organi non è solo “una scelta naturale”, come recita lo slogan della nuova campagna di comunicazione del Ministero della Salute e del Centro nazionale trapianti, ma è anche una scelta virale. Sono oltre 10 milioni le visualizzazioni complessive ottenute dai contenuti social accompagnati dall’hashtag #sceglididonare e dai video pubblicati sulle varie piattaforme digitali per la Giornata nazionale della donazione di organi e tessuti celebrata domenica scorsa.

Lo rende noto il Centro nazionale trapianti. Dalle istituzioni ai personaggi dello spettacolo, dello sport e gli influencer, in tanti hanno rilanciato il messaggio della campagna.

Emilio Solfrizzi per la campagna #Sceglididonare

Lo hanno fatto ad esempio anche il ministro della Salute Roberto Speranza, l’Istituto superiore di sanità, insieme a diversi ministeri, regioni, comuni, Asl e ospedali italiani.

#Sceglididonare

“Tanti -rileva il Cnt- anche i personaggi noti che hanno partecipato alla challenge lanciata su Instagram e Facebook, ovvero mostrare la “formula del dono” 1+X=7, dove l’incognita da svelare è il proprio consenso alla donazione, un “sì” che può consentire di salvare fino a 7 persone tra le 8.291 in questo momento aspettano un trapianto. Una sfida raccolta anche da tanti medici, infermieri, operatori sanitari, volontari dell’Aido e delle associazioni del dono, oltre che da molti cittadini comuni”. Un altro sostegno importante alla campagna è arrivato da Rai per il Sociale e da diverse trasmissioni del servizio pubblico.

La campagna “Donare è una scelta naturale” proseguirà per tutto il mese di aprile in radio, online e nelle principali città italiane sui maxiled e nei circuiti tv di Grandi Stazioni – Gruppo Ferrovie dello Stato e rimarrà attiva sul sito www.sceglididonare.it.