TikTok prepara la quotazione in borsa a Hong Kong. Valore stimato intorno ai 250 miliardi di euro

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Jack Ma si collega in video con Putin. Ricompare così l’imprenditore cinese, su una conferenza russa in cui è presente anche Putin, ma in silenzio. Muto e poco interessato, a giudicare dallo sguardo spento, dal mento spesso poggiato sulle mani e da uno sbadiglio represso, ripreso dal video pubblicato su Twitter. Jack Ma da mesi è sotto attacco in Cina: paga la sfida al potere finanziario del Partito­-Stato lanciata in un discorso in cui ha definito il sistema bancario di Pechino simile a quello di un “banco dei pegni”.

“Dobbiamo fare di più per i lavoratori”. Queste le affermazioni di Jeff Bezos nell’ultima lettera come amministratore delegato dell’azienda. Nonostante le voci, “Il 94% di loro raccomanderebbe a un amico di lavorare per Amazon”, spiega il Ceo, ma ammette però che l’azienda ha “bisogno di una visione migliore su come creare valore per i dipendenti, di una visione per il loro successo”. Tra le idee per il futuro, limitare gli incidenti muscolo-scheletrici ai nuovi dipendenti.

TikTok andrà in borsa a Hong Kong (e non a New York). La decisione della quotazione in Oriente e non in Usa deriva delle tensioni politiche in corso con Washington. Ad affermarlo è stato ieri il giornale economico cinese Caixin, aggiungendo che il prospetto informativo sarà presentato nel secondo trimestre. La compagnia cinese, il cui valore è stimato attorno a 300 miliardi di dollari (250 miliardi di euro), non ha voluto commentare le indiscrezioni.

Boom pagamenti con riconoscimento facciale. Nel 2025 le persone che useranno il riconoscimento facciale per autorizzare i pagamenti saranno oltre 1,4 miliardi nel mondo, contro i 671 milioni attuali con incremento pari al 120%. Lo afferma una ricerca di Juniper Research, che ha stimato in circa 3mila miliardi di dollari il controvalore futuro di questo tipo di pagamenti. Oltre al riconoscimento facciale, sono in crescita i sensori che rilevano le impronte digitali e il riconoscimento vocale, sempre per l’autorizzazione dei pagamenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale