- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

La Federazione italiana nuoto paralimpico e il Gruppo Danieli insieme verso Tokyo

La pandemia aveva bloccato tutto a Lignano Sabbiadoro e proprio dalla cittadina friulana riparte la marcia verso le Paralimpiadi di Tokyo. Nello scorso settimana, infatti, si è svolta a Lignano una tappa di Coppa del Mondo, con 27 Paesi e 165 atleti partecipanti alla Piscina Olimpica Bell’Italia & Efa, un’occasione per rivivere l’ambiente internazionale dopo una settimana di collegiale, il Danieli Training Camp che ha inaugurato la nuova partnership, permettendo il raduno – mai così numeroso – di 36 atleti provenienti da tutta Italia. 

“Il Gruppo Danieli ha più di cento anni, noi invece siamo una federazione giovane, nata il 25 settembre del 2010, come dire che siamo ancora alle elementari”, ha scherzato il presidente della FINP Roberto Valori, “abbiamo iniziato con quattro o cinque atleti e nel 2019 siamo diventati campioni del mondo con una nazionale forte e numerosa. Ci siamo consolidati in breve tempo ma dietro ognuno di noi c’è una doppia storia che va oltre quella dell’atleta”.

Della partnership con la multinazionale Danieli & C. Officine Meccaniche se ne parlava già dalla fine del 2019. A fare da intermediario, un nuotatore paralimpico, Antonio Fantin, friulano di Latisana.

 “Merito, costanza, determinazione e passione sono i valori che abbiamo in comune con lo sport”, ha dichiarato Alessandro Brussi, Vice Presidente di Danieli Group, “Noi non vendiamo prodotti standard ma impianti disegnati su misura. I nostri clienti propongono delle gare alle quali anche noi dobbiamo partecipare con i nostri migliori talenti. A volte vinciamo, a volte no. Pure questo è molto simile allo sport”.

In Danieli c’è un’Academy interna che accoglie circa 150 ragazzi ogni anno che fanno un percorso di otto mesi seguiti da alcuni tutor, una sorta di porta d’ingresso agli uffici tecnici dell’azienda per studenti provenienti per lo più da studi di ingegneria meccanica e dell’ambito digital.

“Una multinazionale di questo calibro che ci sostiene, ci dà fiducia oltre che responsabilità”, le parole del campionissimo Simone Barlaam, presente alla conferenza stampa insieme ai colleghi Monica Boggioni, Carlotta Gilli e Antonio Fantin.