TOP 15 MEDIA ITALIANI SUI SOCIAL. In marzo crescono le interazioni e le video views. Sul podio SkySport, Fanpage e Cronache di spogliatoio

In marzo sono cresciute notevolmente sia le interazioni sia le video views di quasi tutti media italiani presenti nella Top 15 di Sensemakers, basata sulle rilevazioni di Shareablee. Al primo posto c’è sempre SkySport con 32,5 milioni di like, commenti e condivisioni su Facebook, Instagram e Twitter (su YouTube Sky non c’è), 4,1 milioni più di febbraio (+14%). La rete sportiva diretta da Federico Ferri è presente in classifica anche con SkySport NBA, il canale dedicato al campionato statunitense di basket, settimo (4,5 milioni di interazioni), e con SkySport F1, 14esimo (3,5 milioni), per un totale di 41,3 milioni, 7 milioni in più del mese precedente. In aumento anche le video views, salite da 13,2 a 17,4 milioni.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

Fanpage passa da 10,2 a 16,2 milioni di interazioni (+59%) e sale dalla terza alla seconda posizione. Il giornale online diretto da Francesco Piccinini (fino al 30 aprile, poi Francesco Cancellato prederà il suo posto) ha il record mensile delle video views: 42,6 milioni, ben 16 milioni più di febbraio. Due video di Fanpage sono entrati in marzo nella Top 10 dei Best Performing Post (vedi la seconda tabella), dominata come al solito da Netflix. Riguardano entrambi l’emergenza coronavirus e i cambiamenti nel nostro modo di vivere. Al quinto posto c’è una galleria delle foto più significative scattate durante il lockdown, annunciato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte il 9 marzo 2020. Al decimo posto l’accorata lettera di un allenatore e dirigente di uno sport minore, sui ragazzi che, non potendo più allenarsi, passano le giornate chiusi in casa davanti al computer o sdraiati sul letto, mentre i loro coetanei iscritti ai campionato di interesse nazionale per uno sport diverso possono continuare ad allenarsi come prima. 

Cronache di spogliatoio, entrato in classifica a febbraio, scende dalla seconda alla terza posizione, con 13,6 milioni di interazioni, esattamente lo stesso numero del mese precedente. La community calcistica è al centro dell’attenzione non solo sui social. In marzo è uscito in libreria il primo romanzo dei due fondatori, Giulio Incagli e Stefano Bagnasco, pubblicato da Mondadori (il titolo è sempre lo stesso delle pagine social e del sito web, ‘Cronaca di spogliatoio’). Incagli e Bagnasco hanno inventato un nuovo modo di parlare di calcio sui social e si preparano a insegnare i trucchi del loro mestiere ai tanti giovani interessati a seguire le loro orme. Come hanno rivelato in un’intervista a StartupItalia, in autunno debutterà infatti la Cronaca Academy, una settimana di full immersion sulle competenze giornalistiche e tecniche necessarie per fare bene questo nuovo lavoro. 

I due principali quotidiani italiani, Corriere della Sera e Repubblica, guadagnano entrambi una posizione e si piazzano rispettivamente al quarto e al quinto posto. Il giornale diretto da Luciano Fontana passa da 7,5 a 12,4 milioni di interazioni (+65%); quello diretto da Maurizio Molinari da 6,8 a 11,1 milioni (+63%); calano invece per entrambi le video views. 

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

Netflix vede crescere le sue interazioni solo del 7% e scende quindi dal quarto al sesto posto, ma fa come al solito quasi l’en plein nei Best Performing Post: otto su dieci sono infatti suoi. Al primo posto, con più di 300mila interazioni, una foto su Instagram della piccola Caterina che fa un gestaccio a Sara, protagonista di ‘Sulla stessa onda’, film d’amore tra due adolescenti girato in Sicilia (il regista è Massimiliano Camaiti), disponibile sulla piattaforma dal 25 marzo. Il film fa parte di una partnership siglata dal colosso dello streaming con Mediaset per la realizzazione di una serie di film ambientati in Italia e prodotti da produttori italiani. 

Il secondo post, sempre su Instagram, è dedicata al prossimo arrivo, il 28 maggio, della la seconda parte della stagione 5 di Lucifer, una data da  “marchiare a fuoco sul calendario”, raccomanda Netflix. Il terzo, intitolato ‘POV: sei Sana e c’è una videochiamata per te’, allude a una possibile quinta stagione di Skam Italia, la fortunata serie creata nel 2018 da Ludovico Bessegato per TIMvision, che racconta la vita quotidiana di un gruppo di studenti di un liceo romano. L’espressione POV del titolo sta per ‘point of view’, ovvero ‘punto di vista’: è una tecnica di ripresa molto in voga sui social e in particolare su TikTok, che dà allo spettatore l’impressione di far parte della scena, mettendosi dal punto di vista di chi guarda. 

Tornando alla Top 15 delle interazioni, all’ottavo posto troviamo il social magazine Freeda, al decimo il giornale satirico online Lercio, all’undicesimo e dodicesimo due media di Mediaset, TgCom24 e la rete sportiva SportMediaset; chiudono la classifica la community ScuolaZoo, il telegiornale SkyTg24 e il sito di cucina Giallo Zafferano, al secondo posto per quanto riguarda i video, con 27,7 milioni di visualizzazioni.

 

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

La terza tabella mostra, infine, i media che hanno fatto meglio dal punto di vista pubblicitario. In testa c’è Giallo Zafferano, con 29 post su Facebook pagati da 16 sponsor che hanno totalizzato 124mila interazioni, e 12 post su Instagram pagati da cinque sponsor per un totale di 150mila interazioni. Il risultato migliore su entrambi i social l’ha fatto un video con la ricetta dei ravioli cinesi al vapore proposta da Mulan, gruppo alimentare fondato nel 1999 dalla famiglia Zhang, immigrata in Italia dalla Cina negli anni Ottanta.  

cazzola@primaonline.it

NOTA METODOLOGICA_Classifica_Media italiani
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm