Rutelli (Anica): nomine del Governo per Luce-Cinecittà siano elemento di svolta competitiva

“Il plauso dell’ANICA” per le nomine del Governo per Luce-Cinecittà è stato espresso dal Presidente Francesco Rutelli:

“In un momento di straordinari e difficili cambiamenti, l’Istituto può essere elemento di svolta per la competitività delle industrie, la creatività, la promozione del comparto cine-audiovisivo. L’investimento per il “raddoppio” e la trasformazione dello storico insediamento di Cinecittà in partnership con CDP è occasione da cogliere in tempi rapidi, viste la domanda e la concorrenza a livello internazionale. Il Ministro Franceschini non poteva fare scelta migliore di Nicola Maccanico, che unisce una solida esperienza manageriale (esercitata autorevolmente anche in seno all’ANICA) e una sincera vocazione per l’interesse generale pubblico, cui non è estranea la preziosa formazione assicurata da suo padre Antonio. L’intero CdA è di alto livello: la Presidenza affidata a Chiara Sbarigia è garanzia di competenza, vista la sua lunga e apprezzata esperienza nell’APA. Nel Consiglio, ad una personalità del livello di Goffredo Bettini si aggiunge l’ingresso di Federico Bagnoli Rossi che, con la piena fiducia delle nostre industrie, guida la FAPAV, in prima linea per combattere la pirateria. Gli auguri, dunque, non sono formali, ma di sprone per un lavoro così importante da compiere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale