Crollo Clubhouse, a marzo download giù del 70% mentre Facebook lancia nuove funzioni audio

Crolla Clubhouse. Secondo i dati di marzo 2021 della società di analisi Statista, i download della piattaforma sarebbero andati giù di quasi il 70% (esattamente 69,4%), passando da oltre 9 milioni a febbraio a meno di tre milioni a marzo. L’app solo voce lanciata ad aprile 2020, attualmente resta solo a inviti e solo su iOS, mentre nel frattempo una serie di piattaforme come Twitter e pochi giorni fa Facebook sono scese in campo sfruttando la scia di Clubhouse e lanciando loro funzioni audio.

Clubhouse (foto LaPresse)

“Penso che la paura iniziale di restare senza inviti a Clubhouse sia svanita –  ha spiegato a Cnbc l’analista di social media Matt Navarra – Il problema della qualità dei contenuti diventerà sempre più difficile man mano che vengono aggiunti più utenti e il contenuto di qualità viene diluito. Proprio come quando gli utenti di Meerkat hanno iniziato a vedere live streaming infiniti e noiosi”, aggiunge l’esperto facendo riferimento ad un’app del passato, Meerkat, che ebbe il merito di lanciare la moda del live streaming ma poi fu surclassata e chiusa. Secondo i dati della società  di analisi App Annie, ad aprile nel mondo i download di Clubhouse hanno raggiunto in tutto i 14 milioni, in Italia circa 500mila.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

Il 90% degli italiani ascolta musica in streaming. Il 74% usa YouTube, poi Spotify (54%), Prime Music (34%), web radio (15%) e Apple Music (9%)

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

La Figc istituisce un tavolo tecnico per la crisi economica dei club e approva nuove norme anti-Superlega

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale

Livio Caputo direttore ad interim del Giornale