Al via partnership tra agenzia Italpress e Arma dei Carabinieri su ambiente e sostenibilità

Condividi

Sostenibilità, difesa dell’ambiente, legalità. Sono le tre parole chiave della nuova partnership siglata tra l’agenzia di stampa Italpress e l’Arma dei Carabinieri e presentata ufficialmente oggi nel corso di un incontro a Roma, al quartier generale di viale Romania, fra il direttore responsabile dell’Italpress Gaspare Borsellino, il consulente per l’Area Video Claudio Brachino ed il Comandante Generalerghi dei Carabinieri Gen. Teo Luzi.

Da sinistra, Claudio Brachino, il Comandante Generalerghi dei Carabinieri Gen. Teo Luzi, Gaspare Borsellino

 

Un accordo che ha l’obiettivo di far conoscere, ancor di più, ai cittadini l’importante ruolo svolto dall’Arma nella difesa del territorio, grazie all’esperienza di 33 anni di infornazione dell’agenzia fondata e diretta da Gaspare Borsellino.
“Siamo stati la prima agenzia di stampa a dare vita in Italia a un canale interamente dedicato alla legalità. Oggi con questa nuova iniziativa editoriale forniremo ai nostri abbonati una informazione ancora più completa sui temi ambientali e della sostenibilità in genere” afferma Borsellino. “Una partnership, quella con l’Arma, di cui andiamo fieri ed orgogliosi, perché da sempre ambiente e legalità sono nel dna dell’agenzia Italpress”.
Servizi, approfondimenti, interviste su tutte le iniziative dell’Arma nella difesa della biodiversità troveranno posto sui canali di settore dell’agenzia palermitana, a cominciare dal Tg Ambiente, l’ultimo nato in casa Italpress, in grado – nonostante sia stato lanciato da poche settimane – di catalizzare da subito l’attenzione dei player del settore.
“Attraverso i nostri reparti e la sua attività quotidiana, l’Arma svolge un ruolo insostituibile per la sostenibilità sociale e ambientale e nella tutela della biodiversità, del territorio, delle acque. Grazie a questa partnership con l’Italpress – afferma il Gen Teo Luzi- saremo in grado di far conoscere a un pubblico ancora più vasto qual è oggi il nostro compito e con quali strumenti perseguiamo l’obiettivo di contribuire a costruire un ecosistema più sano e più equilibrato”.